smart drug

Smart drugs: le droghe “legali” acquistate online


Il fenomeno dell’acquisto online delle cosiddette SMART DRUGS da parte dei giovani è sempre più diffuso.

Si entra sul sito, si utilizza una carta prepagata e il gioco è fatto.

Ma cosa sono queste SMART DRUGS?

Sono chiamate droghe “furbe” perché costituite principalmente da sostanze NON proibite, quindi vendibili legalmente anche online come per esempio la caffeina, la taurina, l’efedrina, la mescalina che, sebbene non siano inserite nell’elenco delle sostanze stupefacenti, provocano comunque effetti stimolanti e percezioni allucinatorie, simili alle droghe e possono generare danni se assunte sistematicamente durante la fase dello sviluppo.

L’aspetto più assurdo è che, se si digita sul web SMART DRUGS, si trovano numerosi siti e canali online dove sono commercializzate come “sballo legale”, facendo credere che si tratti di sostanze innocue e che promettono, a chi le assume, di stare svegli per tante ore, migliorare le prestazioni fisiche e avere effetti psichedelici e allucinatori. Sono vendute in modo ingannevole con questi slogan, che fungono da specchietto per le piccole allodole adolescenti e acquistate appunto dai più giovani con l’unico scopo di “sballarsi”, senza pensare troppo alle conseguenze, perché tanto sono legali e quindi la associazione immediata è che non fanno male.

Il problema è che i fruitori sono sempre più piccoli e l’età si sta abbassando drasticamente.

La facilità di acquisto online ne sta facilitando la diffusione. Basta entrare sui siti dedicati, fare l’iscrizione utilizzando anche un profilo falso, pagare con carta prepagata e attendere che il pacco giunga nella propria abitazione o di quella dell’amico che ha i genitori meno controllanti.

Il dato preoccupante è che queste sostanze sono alla portata di tutti e si sottovaluta completamente il fatto che, come le altre droghe, le SMART DRUGS provocano dipendenza, effetti di alterata percezione e conseguenze negative per la salute, soprattutto tra i più piccoli.

 

Redazione AdoleScienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *