Ansia / Paure / Depressione


 

Tutti i cambiamenti che si susseguono durante l’adolescenza portano a vivere una condizione di forte incertezza e instabilità.  La regolazione delle emozioni in questa fascia di età è un aspetto complesso; difficilmente si gestiscono in maniera equilibrata, si tende a portare tutto all’eccesso, sia le emozioni positive che quelle negative. Le reazioni alle delusioni amorose o amicali, le rotture o i litigi, i successi e gli insuccessi scolastici e sportivi, possono condizionare l’umore dell’adolescente e intaccare la stima e il valore personale, anche molto in profondità. Non bisogna minimizzare questi repentini cambiamenti d’umore e del comportamento, giudicandoli manifestazioni normali dell’adolescenza, perché a volte possono essere indice di un vero e proprio disturbo dell’umore (depressione).

L’adolescenza è anche l’età in cui ci si sperimenta, ci si mette alla prova e si fanno i conti con le paure.

Questa sezione è dedicata interamente all’analisi delle problematiche legate all’ansia, alle paure e alla depressione

 

ARTICOLI CORRELATI

Bambini e adolescenti sempre più vittime dell’ansia da prestazione

secchiona

Essere bravi, riuscire in tutto, prendere bei voti a scuola: bambini e ragazzi sono spesso investiti da numerose aspettative, anche da parte dei genitori. Sebbene sia normale incoraggiare un figlio ad imparare e a migliorarsi, è fondamentale non caricarlo di troppe attese, che possono nel tempo generare stress e frustrazione. Il peso delle aspettative: cos'è l'ansia...
LEGGI TUTTO

Difficoltà scolastiche? Non sempre c’è una mancanza di volontà, a volte ci sono specifici disturbi

brutti-voti-a-scuola

Quando si parla di Disturbi Specifici dell’Apprendimento si fa sempre riferimento alla diagnosi, ai sintomi manifesti del disturbo, alle misure compensative o dispensative attuate in classe. Ci si sofferma poco a pensare al vissuto emotivo del ragazzo o del bambino. Come sta a scuola con i suoi compagni? Come si rapporta con gli insegnanti? Ha risorse...
LEGGI TUTTO

Niente rimproveri quando gli scappa la pipì a letto: i bambini si sentono in colpa e hanno paura di non essere capiti

enuresi foto

Sul settimanale MIO di questa settimana, uscito il 29 novembre 2017, un’intervista alla dott.ssa Maura Manca, psicoterapeuta e presidente dell'Osservatorio Nazionale Adolescenza, su l’enuresi notturna, più conosciuta come pipì a letto, una problematica che accomuna tanti genitori. Se non ci sono problemi organici, che vanno esclusi da un medico specialista, fare la pipì a letto...
LEGGI TUTTO

Quali sono i segnali dello stress in adolescenza?

Crisi dei 30 anni

Può accadere ai ragazzi di sentirsi affaticati e sotto stress, magari in alcuni periodi particolarmente intensi. Immersi tra problematiche familiari, legate al rapporto con i genitori o a separazioni conflittuali, problemi con gli amici, pressioni legate alla scuola o alle attività sportive, a volte si ritrovano a dover gestire situazioni pesanti e difficili da sostenere....
LEGGI TUTTO

I social come specchio digitale: adolescenti sempre più insoddisfatte del proprio aspetto

adolescente-specchio

Le vetrine dei social network, il numero dei like ricevuti, l’approvazione social condizionano l’umore, l’autostima, la percezione del proprio corpo e influenzano l'insoddisfazione verso il proprio aspetto fisico, soprattutto nelle ragazze. Tutto questo è vero non solo per pre-adolescenti e adolescenti, che già fisiologicamente affrontano una fase caratterizzata da una profonda trasformazione e messa in...
LEGGI TUTTO

La gestione della propria immagine online genera ansia e depressione

adult-1847044_960_720.jpg

Gli adolescenti utilizzano i social network per comunicare, condividere foto e video, far sapere agli altri cosa stanno facendo e come si sentono. Ogni relazioni passa attraverso la condivisione online, costantemente alla ricerca di approvazione e di like. L’esposizione continua ai contenuti “perfetti”, spesso non del tutto reali, pubblicati da altri, la preoccupazione di postare...
LEGGI TUTTO

Un bambino che vede morire genitori e fratello davanti agli occhi. Come superare il trauma

bambino triste

Il dramma della famiglia torinese morta alla Solfatara: il figlio piccolo di 7 anni si è salvato.  Davanti alle tragedie familiari si rimane inermi, sono drammi difficili da decifrare perché si tratta di comportamenti istintivi che si comprendono solo se si vivono direttamente. Siamo al cratere della Solfatara di Pozzuoli (Napoli) dove sono morti un...
LEGGI TUTTO

Come aiutare i figli ad affrontare la scelta e a iniziare con il piede giusto l’università?

scelta università

Non è facile districarsi in mezzo a tante università e a tante differenti offerte formative. È così cambiata anche l’università oggi che per un genitore non è per niente facile poter aiutare un figlio. Corsi triennali, università telematiche, corsi plurispecializzati che rischiano di vincolare le scelte future: forse era più facile ai tempi delle poche...
LEGGI TUTTO