I figli non vogliono potere ma testimonianza


“La domanda di padre che oggi attraversa il disagio della giovinezza non è una domanda di potere e disciplina, ma di testimonianza. Sulla scena non ci sono più padri-padroni ma padri-testimoni. La domanda di padre non è più domanda di modelli ideali, di dogmi, di eroi leggendari e invincibili, di gerarchie immodificabili, di un’autorità meramente repressiva e disciplinare, ma di atti, di scelte, di passioni capaci di testimoniare, appunto, come si possa stare in questo mondo con desiderio e, al tempo stesso, con responsabilità. Il padre che oggi viene invocato non può più essere il padre che ha l’ultima parola sulla vita e sulla morte, sul senso del bene e del male, ma solo un padre radicalmente umanizzato, vulnerabile, incapace di dire qual è il senso ultimo della vita ma capace di mostrare, attraverso la testimonianza della propria vita, che la vita può avere un senso” (Recalcati, 2013).

 

Ho sempre pensato che nel rapporto genitori-figli non ci fosse spazio per il potere ma per il confronto tra diversità, un confronto che non deve mai scadere nella predominanza e nella prevaricazione. Un genitore finalmente umanizzato, vulnerabile, in grado di raccontarsi, di donare al proprio figlio il senso dei suoi vissuti, delle sue esperienze.

Invece i genitori raccontano e si raccontano poco. Nel raccontarsi possono emergere aspetti scomodi, può delinearsi un’immagine genitoriale che non rispecchia forse il concetto di disciplina e potere, di sicurezza e certezze assolute. E’ vero, i figli non hanno bisogno di perfezione, di un’enciclopedia di buona educazione ma di una biblioteca di esperienze e testimonianze, di vita vissuta, di racconti che possono finalmente dar voce a successi e soddisfazioni, paure e fragilità, errori e gratificazioni, sacrifici e rinunce.

In fondo dietro un genitore c’è una persona e siamo persone, non ruoli. Sarà così che i figli comprenderanno fino in fondo il senso di un’esistenza, quella di chi li ha generati, traendo dall’ascolto e dal confronto un’altissima opportunità di conoscenza. 

Uscito il 13 Giugno sul Quotidiano ” La Provincia” di Frosinone

di Marcella Ciapetti, Pedagogista

Riferimenti Bibliografici

Recalcati M. (2013). Il Complesso di Telemaco. Genitori e figli dopo il tramonto del padre, Feltrinelli.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *