selfie

L’esercito dei selfie. Sempre più piccoli alla ricerca della popolarità sui social network


Sul mensile Vero Salute, in edicola dal 14 luglio 2018, un articolo approfondito di Benedetta Sangirardi con il parere e la consulenza della dott.ssa Maura Manca, sulla ricerca della popolarità dei ragazzi, sempre più concentrati nella realizzazione di selfie perfetti da condividere online per ricevere il maggior numero di like.

Adolescenti, soprattutto ragazze, affollano di selfie le pagine dei social network. Già a 10-12 anni vanno alla ricerca dello scatto perfetto e si fanno tantissime foto che poi modificano per eliminare i difetti prima di postarle in rete.

La ricerca della popolarità rappresenta una sfida per adolescenti con uno scopo ben preciso due punti ricevere il maggior numero di like e approvazioni sul web.


Dai dati dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza Onlus, emerge come ragazzi arrivino a fotografare ogni momento della giornata è circa 2 su 10 condividono tutti i selfie che fanno in rete.


“Ci troviamo di fronte a un intimità condivisa, dove il concetto di privato sta del tutto scomparendo”, spiega Maura Manca, psicologa.

Il bisogno di piacere in adolescenza

I ragazzi hanno bisogno di piacere, di ricevere conferma e approvazioni e questo spesso li porta a mettersi in mostra nelle vetrine social, cercando di ottenere sempre più consensi.

Il corpo si trasforma così in un oggetto da mostrare, controllare e modificare attraverso il photoediting o addirittura ricorrendo a diete o a ritocchini estetici pur di eliminare ogni imperfezione. Il bisogno di dover apparire a tutti i costi rischia anche di portarli a realizzare fotografie provocanti e intime senza pensare alle conseguenze.

Perché lo fanno? Quando iniziare a preoccuparsi? Cosa possono fare i genitori per evitare che i figli si espongano troppo in rete? 

37167353_10160590177410301_235546537772449792_n