frustrazione


Fare i compiti al posto dei figli e giustificarli sempre non fa bene ai figli ma al genitore

I compiti molto spesso si trasformano in una vera e propria fonte di stress perché spesso i figli non li vogliono fare e dilungano i tempi all’infinito. Questo però non deve portare un genitore a farli al loro posto perché intacca la loro autonomia e manda un messaggio diseducativo. Sicuramente […]

padre compiti figlio

capricci-notte

Non sanno aspettare, non ascoltano e non vogliono no, come fare?

Così come accade nello sviluppo di diverse competenze, anche la capacità di aspettare, rimandare, tollerare la frustrazione del non poter avere sempre tutto e subito non è innata, ma si apprende e sviluppa gradualmente. Spesso, i bambini non riescono a tollerare l’attesa e possono mettere a dura prova la pazienza […]


Aiutare i figli a tutti i costi o educarli anche alle piccole “sconfitte”?

Il bambino alla nascita vive una fase di onnipotenza fisiologica in cui ha bisogno che mamma e papà siano sempre lì per lui, soddisfino ogni suo bisogno e valorizzino le sue capacità che si stanno man mano sviluppando. Con la crescita, però, i genitori devono fare gradualmente un passo indietro. […]

frustrazione

rabbia morso

Bambini che mordono: come comportarsi?

Il morso, è un comportamento che allarma particolarmente sia i genitori che le educatrici, che non sanno come intervenire efficacemente: viene letto come un gesto molto violento, doloroso e che può lasciare un segno duraturo sulla pelle di chi lo riceve. Molto spesso, intorno ai 12-18 mesi, quando i bambini […]


Finita la scuola, è tempo di pagelle e valutazioni: come reagire ai brutti voti?

Finita la scuola, arrivano puntuali come ogni anno pagelle, valutazioni, giudizi e voti che dovrebbero riflettere l’impegno, le conoscenze e le competenze acquisite da bambini e ragazzi nel corso dell’anno. Ma è davvero così? E cosa succede quando in pagella ci sono brutti voti?   È importante, anzitutto, pensare al […]

pagella

frustrazione

Insegnagli a tollerare la frustrazione ed imparerà ad affrontare la vita

Il bambino ha bisogno di imparare sempre cose nuove, di muoversi, di giocare di conoscere, di esplorare perché è assetato di sapere.  Ha un bisogno fondamentale di imparare ed apprendere attraverso tutti i sensi, deve muoversi, esplorare, perché tutta questa attività stimola anche la sua intelligenza; NON ha bisogno di paura e di […]


La nomofobia o paura di rimanere senza cellulare che affligge gli adolescenti

La Nomofobia è una patologia dei nostri tempi che sta prendendo sempre più piede soprattutto nella e-generation ossia la generazione digitale dei più piccoli: gli adolescenti multitasking. Il termine Nomofobia è composto dal prefisso abbreviato “no-mobile” e dal suffisso “fobia” e si riferisce alla paura di rimanere senza il telefono […]

nomofobia

buoni propositi

I buoni propositi di fine anno rischiano di far venire solo i sensi di colpa

“Ora smetto di fumare”….. “da oggi mi metto a dieta”…….”ora mi iscrivo in palestra“. Ho incontrato tante persone, anche dopo anni, impantanate negli stessi buoni propositi….. In genere, l’arrivo del nuovo anno corrisponde ad una sorta di resoconto di tutto quello che si è fatto durante i 365 giorni precedenti, […]


Vittime di bullismo e cyberbullismo a rischio per depressione e disturbi alimentari

Esistono delle manifestazioni sommerse di disagio che accompagnano le esperienze di bullismo e concorrono a definire gli aspetti legati al vissuto soggettivo di coloro che sono coinvolti in questa esperienza negativa e che vengono presi di mira da parte di altri compagni di classe e/o di scuola. Alcuni studi hanno […]

bullismo e dca

burnout insegnanti

Quando andare a scuola è una sofferenza per gli adulti: il burnout negli insegnanti

La sindrome da burnout (tradotto letteralmente dall’inglese, “bruciarsi”) indica una condizione di stress lavorativo, protratto e intenso, cui seguono demotivazione, svuotamento interiore, disinteresse e senso di inefficacia per l’attività lavorativa (con riduzione della produttività). È caratterizzato da affaticamento fisico ed emotivo, atteggiamento distaccato e apatico nei rapporti interpersonali, sentimento di […]


ARTICOLI CORRELATI

Perché gli adolescenti sono attratti dai giochi della morte e dal rischio? Cosa scatta nella loro testa?

palazzo sucidio

Gli adolescenti sono spesso e volentieri attratti dal macabro, dalla morte, dall’occulto, da quel qualcosa che non comprendono, che è più grande di loro. Cercano contenuti violenti, si infilano in rete in gruppi in cui sono trattati argomenti legati alla morte, al suicidio, al satanismo, all’horror, leggono blog con le stesse tematiche, guardano video nudi...
LEGGI TUTTO

Autolesionismo. Cosa deve fare un genitore quando scopre che il figlio è autolesionista?

self harm

L'AUTOLESIONISMO o il farsi del male intenzionalmente da soli, è estremamente diffuso già a partire dai 12-13 anni di età. Ci sono delle forme di autolesionismo presenti anche nei bambini che però si manifestano in maniera differente rispetto all'adolescenza. Generalmente i ragazzi usano lamette o oggetti appuntiti o taglienti per graffiarsi, tagliarsi (cutting) e ferirsi...
LEGGI TUTTO

Bambini “invisibili” ma onnipresenti sui social network: quali rischi?

UTILIZZO-SMARTPHONE-BAMBINI-640x427

Non hanno ancora un loro profilo sui social network, ma sono convinti di  conoscere bene gli strumenti tecnologici, perché vengono usati quotidianamente da genitori, zii e nonni; altri hanno già un proprio account, che utilizzano per parlare con cuginetti o amichetti. Sono stati definiti "gli invisibili": bambini presenti sui social network, senza che nessuno se...
LEGGI TUTTO

Soci@lmente consapevoli: Giornata di sensibilizzazione e confronto sui rischi del Web e dei Social Media

sardegna

A Nuoro il 14 e il 15 dicembre 2017 si svolgerà "Soci@lmente consapevoli" la campagna di sensibilizzazione contro il cyberbullismo ed i rischi di un utilizzo distorto della rete, organizzata dal Corecom Sardegna, in collaborazione con la Polizia di Stato, il ministero della Pubblica istruzione e l’Agcom. Gli incontri con i ragazzi si terranno durante la...
LEGGI TUTTO

12enne tenta di darsi fuoco in classe: l’impatto del bullismo sulla psiche dei ragazzi

caso cefalù

A pochi giorni dal tentato suicidio in un liceo di Napoli, dalla cronaca si apprende un altro caso eclatante in provincia di Palermo, dove l’ennesimo ragazzino vede nel togliersi la vita,  l’unica via d’uscita dalla propria sofferenza. Questa volta è successo a Cefalù, dove un ragazzo di soli 12 anni, dopo essersi cosparso di benzina...
LEGGI TUTTO

La gestione dei figli di genitori divorziati con un app. Il futuro o un fallimento educativo?

separazione genitori

Ormai la tecnologia è diventata parte integrante della nostra vita, utilizzata anche per ridurre i conflitti e i litigi all’interno delle coppie separate. È quello che è successo a Modena, dove per la prima volta in Italia due giovani genitori, in occasione del ricorso congiunto per lo scioglimento del loro matrimonio, hanno deciso di utilizzare...
LEGGI TUTTO

Solidarietà di massa davanti ad un compagno malato. Adolescenti più concreti degli adulti

grupp amici- SI

Le reazioni degli adolescenti davanti alla malattia di “uno di loro” devono far riflettere tanti adulti. Sono concrete ed immediate, i ragazzi agiscono in base agli interessi dell’altro, riescono a muoversi con un senso di responsabilità che anche loro, a quanto pare, sono in grado di avere. Sono capaci di gesti che tanti adulti armati...
LEGGI TUTTO