Archivi mensili: maggio 2015


Il corpo femminile come oggetto: social media e confronto sociale

La rappresentazione che i social media offrono del corpo femminile è, troppo spesso, vicina al modello di corpo-oggetto. Riviste, pubblicità e contenuti condivisi online offrono modelli e ideali ai quali si rischia di sentirsi in dovere di aderire e corrispondere. Una maggiore esposizione a tali immagini, però, sembra dimostrarsi associata […]

corpo facebook

tardo adolescenti

Adolescenti non più adolescenti. Il dramma silente dei genitori con figli più grandi

Quando finiscono le lotte per l’ indipendenza, quando non si ostinano più per tutto, quando non ti guardano più in faccia, sta finendo l’adolescenza. Tu genitore, ti ritrovi a fare i conti con te stesso, perché quel bambino, ora è diventato un adulto, pronto a percorre la sua strada. Caro […]


Il multitasking “nemico” del cervello

Il multitasking è ormai parte integrante della vita dei ragazzi e rappresenta un’abitudine che si accompagna a quasi tutte le attività quotidiane, scolastiche ed extrascolastiche. Tuttavia, fare più cose contemporaneamente e, soprattutto, utilizzando diversi dispositivi tecnologici nello stesso momento, sembra esercitare una influenza negativa sui processi cognitivi. I sistemi mediatici […]

multitasking

bulimia

Quel mostro “invisibile” chiamato Bulimia

La fase dell’adolescenza, si sa, è caratterizzata da una grande confusione, da tanti dubbi, da tante incertezze, da tanti pensieri, da tanta voglia di fare, di divertirsi, di godersi la vita, di trasgredire, di farsi “sentire” e di farsi “vedere”. L’accettazione dell’ambiente circostante che caratterizza l’infanzia viene spazzata via dal […]


Cosa significa essere una vittima di cyberbullismo e di bullismo? Gli occhi della paura

Davanti ai miei occhi ho stampato lo sguardo di quei numerosissimi bambini e adolescenti che ho seguito in psicoterapia, vittime di quelli che sarebbero dovuti essere “amici”, vittime di compagni di classe insensibili, vittime di insegnanti che non vogliono, o non sono in grado di vedere, vittime di una scuola […]

bullismo consigli estate

prova costume

Come gestire lo stress generato dalla prova costume?

Il caldo si inizia a far sentire, l’estate si avvicina e……….tutti a ricorrere ai ripari! Ogni anno in questo periodo, come se fosse la celebrazione di festa comandata, Tv e giornali, iniziano i bombardamenti con pubblicità di prodotti miracolosi per dimagrire in pochi giorni con il minimo sforzo, diete con […]


Essere genitori che fatica!!!

Da sempre i genitori hanno cercato di impedire ai loro figli di sbagliare facendoli ragionare, correndogli comportamenti ed espressioni, anche quando i figli mostrano, in maniera evidente, che non vogliono sentire ragioni. E il genitore continua ad argomentare all’infinito, ad aggiungere spiegazioni su spiegazioni sempre più ripetute…. Non sempre si […]

essere genitori che fatica

crescere

Crescere non vuol dire smettere di ridere

Mi trovo spesso a ragionare sul senso dello sviluppo e sulla crescita da tutti i punti di vista. Superata la fase adolescenziale si inizia a parlare solo di crescita personale, professionale, dei problemi del quotidiano, tutto troppo legato alla realizzazione di sé, spesso in termini materiali e non emotivi. Il […]


Tutti mi dicono che devo dormire abbastanza, ma la domanda è: abbastanza quanto?

“Non fare tardi!”, “Almeno di notte spegni quello smartphone”, “Dormi a sufficienza!”, “Non stare fino a notte fonda su quel pc!”. Quante volte i genitori invitano a non ridurre troppo il sonno perché questo sarebbe deleterio sotto diversi punti di vista, soprattutto per evitare i problemi del risveglio la mattina. […]

dormienti multitasking

ansia cellulare

Ansia genitoriale e controllo come motivazioni per dare il cellulare ai bambini

Molto spesso dare lo smartphone ai bambini troppo piccoli è una questione di ansia e di controllo da parte dei genitori. Non deve essere uno strumento utilizzato per poter spiare il figlio in ogni momento delle sua giornata, per vedere cosa fa, con chi parla e quant’altro. Si abusa della […]


ARTICOLI CORRELATI

Come si diventa autolesionisti. Consigli per i genitori alle prese con l’autolesionismo

self harm

NON SEMPRE PARLANO CON LE PAROLE Quando sono invasi da un profondo dolore e dalla paura di non essere accolti dal genitore, gli adolescenti preferiscono scrivere, un messaggio, un email, una lettera alla mamma o al papà, perché hanno paura del confronto, della loro reazione, di guardarli negli occhi, di ferirli e di ricevere una...
LEGGI TUTTO

La generazione dei bambini iperconnessi. Saperlo usare, non significa essere pronti per usarlo

smartphone child

Sono iperconnessi da quando nascono, da quando vengono al mondo. Non hanno ancora avuto l’imprinting con la madre, con quel sorriso e quel volto materno ricoperto di gioia, che davanti ai loro occhi si presenta quell’oggetto che gli terrà compagnia per tutto il resto della vita. Tutte le fasi della loro crescita sono certificate e...
LEGGI TUTTO

Suicidio e cyberbullismo. A quali segnali fare attenzione? Un’intervista a Maura Manca sul Quotidiano Nazionale

suicidio social

Ragazzi che tentano il suicidio o che si tolgono la vita: purtroppo accade sempre più spesso, come testimoniato dai numerosi casi di cronaca. In questi ultimi anni, stiamo assistendo ad un incremento dei tentativi di suicidio fin dalla tenera età, a conferma della fragilità di questi adolescenti. La procura di Roma indaga per istigazione al...
LEGGI TUTTO

Terribile ma vero, anche i docenti a volte bullizzano: quali conseguenze su bambini e ragazzi?

Tired school boy with hand on face sitting at desk in classroom. Bored schoolchild sitting at desk with classmates in classroom. Frustrated and thoughtful young child sitting and looking up.

Gli ultimi episodi di violenza sui bambini da parte dei propri insegnanti deve portare la scuola italiana a interrogarsi su come affrontare un fenomeno che tende più di altri a rimanere sommerso, iniziando a pensare che del corpo docente si debba valutare anche l’idoneità psichica alla professione. Si è sentito parlare spesso di ragazzi, di...
LEGGI TUTTO

Chat e gruppi pericolosi all’oscuro dei genitori. Bisogna controllare lo smartphone dei ragazzi? Maura Manca a Radio 24

Young boy looking at her friend smoking sitting on staircases

Gruppi nelle chat o sui social che inneggiano alla violenza e all'odio purtroppo nascono come funghi. Ha colpito tutti la chat denominata da diversi ragazzini, molti dei quali minorenni, "The Shoah party". Su WhatsApp hanno creato il gruppo in cui condividevano contenuti atroci e violenti, giravano video pedopornografici, insulti razziali, slogan inneggianti a Hitler, all'Isis,...
LEGGI TUTTO

Quando l’amore diventa ossessione: come difendersi da chi ci perseguita

stalking-uomo

Lo stalking - termine inglese che identifica qualsiasi tipo di atto persecutorio nei confronti di un’altra persona - è un fenomeno tristemente diffuso, anche nel nostro Paese. Talmente tanto che dal 2009 è presente nel nostro ordinamento una legge apposita per regolare tale condotta che, da quel momento, è a tutti gli effetti un reato....
LEGGI TUTTO

Chat di odio, razzismo e violenze a sfondo sessuale. Il lato oscuro delle chat e di tanti adolescenti

adolescenti-cellulare

Le manifestazioni e le intenzioni di chi mette in atto comportamenti mossi dall’odio si manifestano con sfaccettature anche molto differenti tra loro. Uno degli aspetti più preoccupanti di questo fenomeno è proprio il fatto che, i ragazzi, non si rendono conto della gravità di ciò che pensano, che dicono e che mettono in pratica. Tutto...
LEGGI TUTTO