Adolescenza


 

L’adolescenza è un periodo  dello sviluppo che rappresenta il passaggio dall’infanzia all’età adulta, che va quindi da circa i 12 fino ai 19/20 anni. Il termine adolescenza, infatti, significa CRESCERE.

Gli anni dell’adolescenza si configurano come gli anni della sperimentazione di sé, di un’incertezza di fondo, durante i quali non è sempre chiaro chi si è, che cosa si vuole, che cosa piace, in che cosa si crede e, soprattutto, quale sia la propria meta.

In questi anni di prove e sperimentazioni, si vive con incertezza la propria identità, cercando di comprendere quali sono i propri gusti, i propri credo, i propri obbiettivi. Le regole, i modelli, i valori che fino a quel tempo valevano, ora non valgono più. In questa fascia di età gli adolescenti comunicano quello che hanno dentro con modalità non comprensibili e accettabili agli occhi del genitore.

In questa fase si compiono una serie di cambiamenti fisici sotto l’influsso di processi di maturazione biologica, l’adolescente, infatti, fisiologicamente ora è un adulto. L’adolescenza si snoda tra due polarità: la dipendenza e l’autonomia, spesso le richieste sono ambivalenti perché il ragazzo vuole allo stesso momento essere protetto, ma rincorrere l’indipendenza. Questi aspetti generano conflitti nei genitori che non sanno più come comportarsi e si rendono conto che le modalità utilizzate quando erano bambini, non possono più essere funzionali. Il processo di individuazione dell’adolescenza è accompagnato da sentimenti di isolamento, di solitudine, di disorientamento. La consapevolezza che l’infanzia è finita crea, da una parte voglia di diventare grandi, dall’altra un senso di pressione e di timore.

L’adolescenza è terminata quando è ben chiaro chi si è, dove si vuole andare e quando si è pronti a costruire rapporti stabili e significativi.

 

ARTICOLI CORRELATI

Nato al freddo di una provetta

freddo provetta

L’evoluzione della scienza regala figli a donne desiderose di cambiare il proprio ruolo in una società senza regole, ma piena di pregiudizi. L’età che avanza, i commenti degli amici, le frasi pungenti di parenti impazienti di coccolare un “nuovo arrivato”. A volte l’egoismo e l’essere facilmente condizionabili, fanno aumentare il desiderio di maternità e paternità....
LEGGI TUTTO

Nati due volte

disabilità

“Questi bambini nascono due volte. Devono imparare a muoversi in un mondo che la prima nascita ha reso più difficile. La seconda dipende da voi, da quello che saprete dare. Sono nati due volte e il percorso sarà più tormentato. Ma alla fine anche per voi sarà una rinascita.” (da internet di Giuseppe Pontiggia) Secondo i...
LEGGI TUTTO