eroina canne e cocaina

Eroina, cocaina e canne: i racconti degli adolescenti


Sono allarmanti i dati sull’uso di droghe da parte degli adolescenti, migliaia e migliaia di loro già a partire dagli 11 anni si avvicinano al mondo delle sostanze stupefacenti e troppi di loro rimangono calamitati e incastrati in un vortice dell’abuso che sfocia anche in tenera età in dipendenza.

 

Si inizia dalle canne

 

In genere i più piccoli iniziano con le canne, le tanto decantate droghe leggere, spesso per imitazione, perché lo fa il gruppo, sono le prime prove di emancipazione dalla famiglia, di rottura delle regole e degli schemi per sentirsi un po’ più grandi e forti.

Perché fumi? Chiedo ad un adolescente con i capelli legati, maglietta attillata, che frequenta la seconda media. Mi risponde che “lo fanno gli amici, si divertono così”. Gli amici sono tutti un po’ più grandi di lui, poi aggiunge “così non penso ai ca..i di casa mia!”. Eh già, forse la risposta più vera a parte la sensation seeking e tutti i discorsi sulle regole e sul sentirsi più grandi, è che questi ragazzini si trovano a dover affrontare troppi problemi familiari: conflitti, litigate, genitori assenti da un punto di vista emotivo, pur spesso presenti per quello che concerne i beni materiali, troppi soldi a disposizione, troppo poco controllo e qui la tecnologia e i social network non c’entrano proprio niente. C’entra una disgregazione familiare, c’entra la mancanza di punti di riferimento, il fatto che sono troppo poco controllati, che l’educazione troppe volte si basa su autorità e punizioni che non contengono il problema, ma generano solo più frustrazione interna da sfogare nell’alcol e nelle droghe.

Gli amici sono la mia famiglia” mi dicono tante volte “loro mi capiscono, con loro condivido la mia vita”. “ I miei sono troppo impegnati a fare i ca..i loro, a urlare e scaricare tutto su di me, spesso anche picchiandomi, questo mi fa incazzare ancora di più e sto tanto tempo fuori e lo sballo mi aiuta a non pensare”.

Alle canne inoltre si associa anche l’uso di alcol, birra nella quotidianità e se si vuole raggiungere uno “sballo” più forte anche i superalcolici.

 canne

Droga: l’amica di tutti i giorni

 

Il problema più rilevante è che ragazzi assumono droghe tutti giorni, non sono comportamenti circoscritti al fine settimana o alle serate con gli amici, ma sono inseriti nelle attività quotidiane. Le canne spesso iniziano a farsele da quando si svegliano o la maggior parte delle volte dopo mangiato e soprattutto prima di andare a letto. I ragazzi ci raccontano che la canna della “buona notte” li rilassa e su questo sono veramente tutti d’accordo, li scarica, gli fa abbassare le tensioni interne, non pensano e quindi riescono a dormire. “Senza fumare prima di andare a letto non riesco a dormire, fisso il soffitto, sono nervoso, mi giro, mi agito, mentre se fumo mi calmo e poi dormo”, mi racconta un adolescente di 13 anni.

 coca

Cocaina e mix esplosivi

 

Ecco che poi man mano che crescono inizia l’uso delle droghe più pensati, la cocaina, le droghe sintetiche, quasi 1 adolescente su 10 (8%), fa uso anche di cocaina e si sostanze chimiche come metanfetamine, crack, Crystal, ecstasy, allucinogeni in genere, di cui il 4,6% sono maschi e il 2,4% femmine (Dati Osservatorio Nazionale Adolescenza). Tante volte mischiano e non sanno neanche cosa stanno assumendo, fanno dei mix di varie sostanze che gli vendono o sono convinti di comprare determinate senza saper riconoscere ciò che realmente gli vendono.

Con la coca mi sento più forte, gli altri mi vedono più forte, io mi sento meglio, in quel momento mi sento possente e quando passa mi faccio un’altra bocca e mi tira su tutto”. Si sentono forti, hanno l’illusione transitoria di sentirsi potenti in un mondo in cui sono impotenti, che li schiaccia e che non hanno gli strumenti per affrontare.

 

È tornata l’eroina

 

Ed ecco il problema più rilevante, una piaga che sembrava archiviata, quella della eroina che invece in questi ultimi anni sta prendendo sempre più il sopravvento tra gli adolescenti, tant’è che rispetto al 2014 l’uso di eroina tra gli adolescenti è raddoppiato. (Dati Espad-Italia realizzato dall’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr di Pisa). Generalmente non si fanno in vena, non con le siringhe ma fumata, “costa poco, si trova facile e te fa sentì bene”. 14 anni, mi racconta che la fuma spesso e mi dice che “er ca..o è che sembra che ti rinforza, non senti callo e non senti freddo, i dolori te spariscono e te senti sempre in forza e te sentì sempre forte in grado de affronta i problemi…… senza capì che così non c’hai limiti e quindi te fai male…”.

 

 

di Maura Manca, Psicoterapeuta

Direttore di AdoleScienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *