cervello intossicato

Un cervello intossicato in adolescenza ha notevoli conseguenze sulla psiche


Il cervello umano subisce modificazioni in termini di sviluppo e di incremento della complessità delle sue funzioni fino all’età di circa 25 anni (Giedd et al., 1999). Il sistema nervoso durante il periodo adolescenziale è in uno stato relativamente labile e può essere particolarmente sensibile soprattutto a condizioni esterne che possono andare in un certo senso ad intaccare la plasticità cerebrale. Alla base di numerosi comportamenti adolescenziali c’è la sensation seeking, ossia la ricerca di sensazioni forti, la ricerca del rischio, che porta a voler individuare i propri limiti e confini. In questi anni, infatti, le reti cerebrali sono molto sensibili agli stimoli sociali e agli aspetti emotivi, aumentando la vulnerabilità individuale, mentre le funzioni di controllo cognitivo sono leggermente in secondo piano. Questi aspetti favorisco l’utilizzo di sostanze psicostimolanti, eccitanti, calmanti, tendenzialmente l’incremento di alcol e di droghe (Hendriks e Schrieks, 2015). Sono numerosi infatti gli adolescenti che assumono con regolarità ingenti quantità di alcol, soprattutto durante il fine settimana. L’alcol è comunque una sostanza tossica per il nostro organismo, anche se gli esseri umani hanno sviluppato la capacità di metabolizzarla. Il problema è che quando si superano determinate dosi, soprattutto assunte in un arco di tempo ristretto, l’alcol ha effetti negativi sul cervello, in particolar modo in quello dei ragazzi ancora in fase di sviluppo. I più giovani uniscono l’uso di alcol e di sostanze chimiche, di droghe sintetiche, andando a sollecitare eccessivamente il sistema cardiocircolatorio, neurologico e cerebrale in genere. Spesso assumono ingenti quantità di alcol tutto insieme per raggiungere gli effetti della ubriacatura in poco tempo, lo sollecitano ulteriormente in discoteca con suoni e musica ad un volume esagerato e la cosa più grave è che mettono in atto altri comportamenti rischiosi per la loro salute dalla promiscuità sessuale, il sesso senza preservativo, alle risse e alla guida imprudente e in stato di ebbrezza.

 

Riferimenti Bibliografici

Giedd J.N., Blumenthal J., Jeffries N.O., Castellanos F.X., Liu H., et al. (1999). Brain development during childhood and adolescence: a longitudinal MRI study. Nature Neuroscience, 2: 861-863.

Hendriks H.F.J., Schrieks I.C. (2015). Adolescent Alcohol Consumption: Brain Health Outcomes. Journal of Child and Adolescent Behaviour, 3:238. doi:10.4172/2375-4494.1000238

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *