bambini guerra

Bombardamenti di immagini di attacchi terroristici e guerre che generano ansia nei bambini


In seguito ad ogni disastro o attacco terroristico, i media svolgono un ruolo critico e centrale perché forniscono le informazioni e ci rendono partecipi di quello che succede nel mondo fornendo, in determinati casi, anche le istruzioni da seguire o come comportarsi. Anche i bambini sono sottoposti a questa importante esposizione televisiva e della rete internet e social. Tutto si tinge in un attimo del colore della strage. In pochi si domandano quanto, assistere a questo bombardamento mediatico, possa influenzare psicologicamente i più piccoli e che tipo di impatto possa avere nella loro psiche. Più sono piccoli, più l’impatto è negativo. Non hanno gli strumenti per difendersi da questa efferatezza, non sono in grado di comprendere fin dove possa arrivare un altro essere umano, sono ancora nell’età dell’innocenza, dei cartoni e delle favole e non capiscono il senso di tutto questo sangue e tutti questi morti. Esistono studi scientifici che evidenziano come, i bambini che hanno subito e visualizzato maggiormente questo tipo di immagini e di video, presentano sintomi di stress rispetto a quelli che hanno guardato meno questo tipo di contenuti.

Uno studio condotto dopo l’attacco terroristico del 11 settembre negli USA, ha evidenziato che i bambini hanno subito maggiormente gli effetti rispetto agli adulti e che il 35% dei genitori partecipanti alla ricerca ha riportato che i loro figli hanno manifestato sintomi evidenti di stress (Schuster et al., 2001).

Bisogna fare molta attenzione a non esporre troppo i bambini a questo tipo di immagini per evitare di generare ulteriori traumi. Ormai è un continuo tra guerre e attacchi terroristici. Non vanno fatti crescere in un clima di paura e neanche sotto una campana di vetro, ma in un clima di consapevolezza che nel mondo ci sono tante persone che fanno del male alle altre, ma che questo non gli deve impedire di stare tranquilli e di vivere la loro vita.

Cosa deve fare un genitore? Leggi l’articolo

 

Riferimenti Bibliografici

Schuster M.A., Stein B.D., Jaycox L.H., Collins R.L., Marshall G.N., Elliott M.N., et al. (2001). A National Survey of stress reactions after the September 11, 2001 terrorist attacks. New England Journal Medicine, 345: 1507-1512.

http://www.ptsd.va.gov/professional/trauma/disaster-terrorism/stress-mv-t-dhtml.asp

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *