puzza ascella

Cattivo odore? Tutta colpa degli ormoni


L’adolescenza è un periodo di grande cambiamento fisico e psicologico che crea confusione nella mente dei ragazzi. Si fatica a riconoscersi allo specchio perché i cambiamenti del corpo avvengono così rapidamente da non avere il tempo di accettare la nuova immagine di sé.


“Mi sento a disagio quando sono con i miei amici. Mi lavo, mi metto il deodorante ma sento sempre quell’odore. Non mi riconosco più, prima era diverso”


Durante questo periodo, la produzione di ormoni aumenta notevolmente attivando le ghiandole che si trovano soprattutto sul viso, collo, piedi, ascelle e genitali. L’odore del proprio corpo si modifica e comincia a diventare più intenso e acido, soprattutto nelle zone in cui sono presenti anche i peli che tendono a trattenere il sudore.

Sudare è un fenomeno del tutto naturale, perché eliminare le tossine fa bene al nostro corpo ma, in alcune circostanze, può trasformarsi in un incubo ed essere davvero sgradevole per sé e per gli altri.

La sudorazione è spesso legata agli aspetti più emotivi come ad esempio il sentirsi oppressi dagli impegni, l’ansia durante un’interrogazione, la paura del giudizio e di sbagliare davanti agli altri. Il rischio è quello di provare sentimenti di vergogna, imbarazzo e timidezza nello stare insieme agli altri coetanei e sentirsi a disagio durante le lezioni a scuola oppure durante l’attività sportiva.

Le prese in giro e gli insulti per il cattivo odore da parte dei compagni, colpiscono più forte di un pugno e questo dolore può portare ad isolarsi, ad aumentare i livelli di stress e a somatizzare a livello corporeo (ad esempio mal di testa, gastrite, dermatite, etc.).

Qualche semplice consiglio per combattere i cattivi odori:

– Cambiare i vestiti ogni giorno, soprattutto la biancheria intima come mutande e calzini.

– Fare la doccia o comunque lavarsi anche a pezzi prima di andare a dormire, dopo una giornata trascorsa fuori casa.

– Mettere le scarpe in un luogo in cui possano prendere aria, in modo tale da fargli passare l’eventuale cattivo odore.

– Lavarsi accuratamente la mattina prima di andare scuola, soprattutto nelle zone più a rischio come le ascelle e i piedi.

– Utilizzare saponi e bagnoschiuma delicati che non aggrediscano la pelle e che non abbiano una profumazione troppo forte.

– Portare il cambio quando fate educazione fisica, in modo tale da non rimanere con i vestiti umidi addosso.

– Utilizzare vestiti e magliette in fibra naturale come ad esempio il cotone, evitando i tessuti sintetici che tendono a trattenere maggiormente gli odori.

– Mangiare cibi sani e bere molta acqua durante la giornata.

– Scegliere il deodorante giusto: è importante che combatta gli odori del corpo e regoli la sudorazione in eccesso senza impedire però la normale traspirazione.

– Portare il deodorante sempre con sé, così in caso di bisogno sarà possibile rinfrescarsi e non provare quella sensazione di disagio.

– Non pensare continuamente agli odori e alle puzze ma concentrasi su altre attività che si stanno svolgendo.

– Non sentirsi anormali o strani, l’odore diverso del proprio corpo fa parte dei cambianti della crescita fisiologica. E’ una fase di passaggio, non durerà per sempre.

– Non tenere dentro questo disagio, ma parlarne con un adulto di riferimento vi aiuterà moltissimo!

Redazione Adolescienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *