psicologo

La psicoterapia è efficace? Adesso è il nostro cervello a dirlo


I disturbi di natura psicologica, di frequente, non vengono adeguatamente riconosciuti e le persone rischiano di perdere tempo prezioso prima di ricevere una diagnosi accurata e un trattamento efficace, prolungando il loro stato di sofferenza e di disagio. Un gruppo di ricercatori dell’University of North Carolina (Dichter et al., 2015), utilizzando la tecnica di imaging cerebrale su un gruppo di pazienti affetti da depressione, ha messo in luce come alcune aree del cervello e alcune connessioni neuronali si attivassero simultaneamente, nei casi in cui il trattamento psicoterapeutico, a cui erano sottoposti, stava avendo un effetto positivo. L’obiettivo di questo studio è di utilizzare queste informazioni per sviluppare piani terapeutici personalizzati, prevedere le risposte dei pazienti e l’intervento che avrà un effetto migliore sul benessere di quella specifica persona, andando incontro ai suoi reali bisogni.

 Redazione AdoleScienza.it

 

Riferimenti Bibliografici

Dichter G.S., Gibbs D., Smoski M. J. (2015). A systematic review of relations between resting-state functional-MRI and treatment response in major depressive disorder. Journal of Affective Disorders, 172: 8–17.