maschere carnevale

Mio figlio ha paura delle maschere di Carnevale!


È periodo di Carnevale, le vetrine dei negozi sono allestite con festoni e maschere mentre si vedono già sfilare per le strade bambini travestiti con costumi di ogni genere, dal personaggio dei cartoni animati al supereroe preferito.Un momento di festa che non sempre però produce l’effetto immaginato. Non è raro infatti trovare bambini, soprattutto i più piccoli, che di fronte a maschere e costumi di Carnevale reagiscono con sospetto e paura.

Il gioco del travestimento può nascondere delle ambiguità e il confine tra realtà e finzione può non essere recepito fino in fondo. Solitamente i bambini attraverso il gioco simbolico iniziano a impersonare gli altri e a imitarli verso i 3-4 anni.

Un bambino nella prima infanzia può non comprendere a pieno il senso del mascherarsi per sembrare qualcun altro e la festa può trasformarsi in una situazione spiacevole. Le maschere coprono la vera identità delle persone rendendole non riconoscibili agli occhi del bambino. Questo può disorientare il piccolo e scatenare in lui ansie che, se non ben gestite dagli adulti, si trasformano in vere e proprie fobie.

Come devono reagire i genitori?

1. Non deridere assolutamente il bambino o sminuire la sua difficoltà. Non imporre la prospettiva degli adulti considerando la difficoltà del bambino una banale sciocchezza. È necessario rispettare il suo punto di vista, accoglierlo e comprenderlo.

2. Non forzarlo mai a mascherarsi solo per il gusto di vederlo con un bel costume scelto da voi. È fondamentale rispettare i suoi tempi. È preferibile far conoscere gradualmente le maschere al bambino, magari in un ambiente familiare, così da stimolare in lui la curiosità e nello stesso tempo rassicurarlo.

3. Non dare per scontato che il bambino conosca già il significato del travestimento. È bene che capisca che si tratta di un gioco che avviene in un tempo definito in cui alla fine le maschere si tolgono e tutto torna come prima.

4. È importante comprendere cosa si nasconda dietro l’ansia del bambino, dando ascolto alle sue paure, senza perdere la pazienza e assumere atteggiamenti di rimprovero o mortificazione.

Il Carnevale deve essere vissuto in maniera serena dai bambini senza forzature, altrimenti può facilmente trasformarsi in un evento traumatico più difficile poi da superare. A volte l’urgenza di far partecipare i bambini alle feste in maschera può farci perdere di vista il vissuto emotivo dei piccoli che hanno invece bisogno di essere compresi e sostenuti.

Redazione AdoleScienza.it