bullismo scuola

Bullismo ed estorsioni: una vittima costretta a cambiare scuola


Roma, ennesimo gravissimo caso di bullismo che ha visto coinvolto un ragazzo del secondo anno di un Istituto Alberghiero i cui genitori gli hanno cambiato scuola dopo essersi accorti degli incresciosi episodi di cui il figlio era sistematicamente vittima. Mesi di silenzioso calvario e sofferenza prima che il padre e la madre si accorgessero della situazione di cui era vittima. Negli ultimi mesi, il ragazzo, per evitare di essere picchiato e insultato,  rubava da casa somme cospicue di denaro da dare ai bulli, richieste dai bulli per non aggredirlo. L’adolescente sarebbe arrivato a consegnare nelle loro mani una somma di 1.200 euro. I genitori hanno preso la decisione di cambiargli subito scuola, cambiandogli anche indirizzo, infrangendo il suo sogno di intraprendere l’attività professionale legata al diploma presso l’Istituto alberghiero.

In questi casi come si dovrebbe intervenire? Secondo la dott.ssa Maura Manca sarebbe auspicabile risolvere il problema dall’interno, coinvolgendo il corpo docenti e un gruppo di esperti sul fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, senza dover necessariamente arrivare al trasferimento obbligato, considerando che, in questi casi, si rischia di sentirsi ulteriormente vittima e condizionati da tutto ciò che si ha subìto.

Ne abbiamo parlato al GR3

Ascolta la puntata partire dal minuto 07.56:

http://www.rai.it/dl/grr/edizioni/ContentItem-62b577f0-fed2-42f6-8af7-62338e67fc5c.html