cyberbullismo

E’ online il modulo per denunciare i cyberbulli. Come funziona e dove scaricarlo?


La legge 71/17 sul cyberbullismo contenente le “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno” è entrata in vigore a giugno 2017, denotando il raggiungimento di un obiettivo importante verso la tutela di coloro che subiscono ingiustamente prevaricazioni attraverso gli strumenti tecnologici e la rete internet.

La legge ha rappresentato un importantissimo punto di partenza nella lotta e nelle azioni di contrasto contro il cyberbullismo: sicuramente ci sono degli aspetti da migliorare, però rappresenta un impegno da parte delle Istituzioni e di tutti gli enti coinvolti a collaborare per essere efficaci.

Tra gli aspetti più importanti della legge c’è la possibilità per i minori di effettuare le segnalazioni senza dover passare per i genitori e di chiedere direttamente la rimozione dei contenuti, il blocco e l’oscuramento dei profili social.

Questo passaggio diretto permetterà all’adolescente maggiore di 14 anni di segnalare autonomamente le prepotenze subite e far sì che si possa intervenire in maniera tempestiva, cercando di fermare la diffusione del materiale online. Data la velocità di diffusione nel web e la viralità dei contenuti pubblicati l’intervento immediato è fondamentale. Il gestore della piattaforma ha massimo 24 ore per prendere in carico la segnalazione e altre 24 per rimuovere i contenuti.

Qualora queste azioni non vengano effettuate sarà possibile rivolgersi al Garante per la Privacy che dovrà intervenire entro 48 ore. E’ possibile attivare tale procedura attraverso la compilazione di un modulo che dovrà essere inviato tramite email all’Autorità competente.

Per scaricare il “Modello per la segnalazione/reclamo in materia di cyberbullismo” clicca qui:

https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/6732688