dca infanzia

Sempre più magri, sempre più piccoli: aumentano i disturbi del comportamento alimentare nell’infanzia


Aumenta la diffusione dei disturbi del comportamento alimentare e, sebbene nel 40% dei casi si presentino tra i 15 e i 19 anni, la loro presenza è sempre più spesso segnalata già in età prepuberale, evidenziando caratteristiche simili a quelle che si presentano in adolescenza. Solo il 10% dei ragazzi riesce a chiedere aiuto o parlare con i genitori dei disagi sperimentati.

L’età di insorgenza di disordini o disturbi del comportamento alimentare si è notevolmente abbassata, tanto da far registrare primi sintomi e SEGNALI D’ALLARME già in bambine e bambini tra gli 8 e gli 11 anni. In Italia il fenomeno è confermato dalla Ricerca Nazionale sui DCA del Ministero della Salute (www.salute.gov.it), condotta su preadolescenti e adolescenti di età compresa tra 8 e 17 anni. Non solo aumentano le patologie legate all’alimentazione ma si registra anche un incremento collegato ad altri disturbi o a forme di autolesionismo, segnali di profonde sofferenze che troppo spesso non vengono colte.

Quali sono i SEGNALI cui fare attenzione?

Più si abbassa l’età di insorgenza, più è difficile riconoscere i segnali di un disturbo in quanto la perdita di peso e le restrizioni alimentari possono essere confuse con inappetenza o capricci. Ecco alcuni dei segnali a cui prestare attenzione:

– Lentezza del pasto;

– Iperattività fisica;

– Eccessiva assunzione di acqua;

– Perdita di peso;

– Uso frequente del bagno, soprattutto dopo i pasti;

– Irritabilità, ansia per l’aspetto fisico, isolamento e altri cambiamenti nelle modalità relazionali.

L’insorgenza sempre più precoce dei disturbi del comportamento alimentare risente dei valori culturali legati all’eccessiva MAGREZZA, cui i bambini sono sempre più frequentemente esposti attraverso i media, la famiglia, la scuola acquisendo abitudini alimentari sempre meno regolari. La prevenzione, dunque, diventa un elemento indispensabile per sensibilizzare il contesto e cogliere i segnali sin dalla prima manifestazione.

Allarme disturbi alimentari: sempre di più i bambini a rischio

Redazione AdoleScienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *