tawawa-600x400

La nuova sfida per chi ha il seno grande: la Tawawa Challenge


Ci troviamo di fronte all’ennesima social moda che punta i fari sul seno e sulle sue dimensioni. Troppe ragazze, infatti, sono pronte a postare in rete il primo piano del loro seno, come se nulla fosse. Ma cosa si nasconde dietro questo esibizionismo? 

La Tawawa Challenge è la nuova social moda che nasce in Giappone e si ispira ai sensuali personaggi femminili delle “anime”, i famosi manga giapponesi. Letteralmente significa “sfida del seno” dove ragazze formose si affrontano a suon di selfie, posizionando sopra il petto il proprio smartphone, in piedi oppure sedute e con il seno più o meno coperto dai vestiti, per mettere in mostra tutta la loro sensualità. Solamente nel caso in cui lo smartphone riesce a rimanere in equilibro si può ritenere vinta la sfida ma soprattutto considerarsi prosperose al punto giusto, tanto da conformarsi agli ideali di bellezza.

Ovviamente, poi, la fotografia istantaneamente viene postata e condivisa sui diversi profili social con l’hashtag creato ad hoc #tawawachallenge, in modo che la sfida diventi virale.


E’ un fenomeno solo femminile? Assolutamente no, tanti ragazzi con pettorali definiti e sporgenti hanno accettato la sfida, sempre con la finalità di esibire il proprio corpo e ostentare la propria fisicità.


Quali sono i rischi?

Ecco che per l’ennesima volta, il corpo viene strumentalizzato, sessualizzato e considerato come un oggetto inserito nella vetrina virtuale. La persona perde la sua interezza e viene valutata solamente per una porzione del proprio corpo, come se tutto il resto perdesse di valore.

Avere in mente un modello così concreto, che quotidianamente viene spiattellato sul web, in tv e sulle riviste, porta inevitabilmente, sia a perdere la consapevolezza delle proprie caratteristiche personali, che ad abbassare la propria autostima, innescando paragoni e confronti continui verso un mondo virtuale idealizzato e utopico.

Si è disposti a fare qualsiasi cosa con l’unico obiettivo di raggiungere un “corpo perfetto” e, nei casi estremi, si ricorre alla chirurgia estetica pur di ricevere like, approvazione e consensi dal mondo che ci circonda, che a quanto pare sembra dare importanza solo all’estetica e alla forma.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *