dromire cellulare

Quante ore dormite? Attenzione agli effetti del dormire poco. Consigli per un buon sonno


Ragazzi lo sapevate che alla vostra età avete bisogno di dormire dalle 8 alle 10 ore? Il sonno ha una funzione fondamentale che molti di voi sottovalutano. Quante volte avete discusso con i vostri genitori per colpa del fatto che non riuscite a svegliarvi la mattina? I genitori si lamentano spesso che non riuscite a svegliarvi da soli perché spegnete la sveglia o addirittura non la sentite proprio e che la mattina siete come degli zombie. L’eccessiva stanchezza è dovuta al fatto che avete dormito male o che dormite troppo poco. I segnali di questa “deprivazione” sonno sono evidenti soprattutto a scuola perché scarseggiano le capacità di rimanere attenti e di concentrarsi, di ascoltare e di ricordare, vi sentite la stanchezza addosso, vi sentite rallentati o pesanti, alcune volte anche più nervosi e maggiormente irritabili per cui rispondete male con più facilità (gli altri vi dicono che siete intrattabili). Alcuni studi sostengono che il poco sonno possa favorire anche l’acne (i brufoli) (http://sleepfoundation.org/sleep-topics/teens-and-sleep?page=0%2C0). Tutto questo va ad intaccare anche il rendimento scolastico, oltre che il clima familiare che è spesso teso e, a lungo andare, provoca nell’organismo una condizione di stress che fa male al corpo e alla mente. Quindi, anche se i sintomi non li vedete subito e pensate di non aver bisogno di dormire a sufficienza, ricordatevi che con il tempo il corpo ne risente e i conti li serve nel corso degli anni.

 Ecco qualche utile consiglio per “curare” il vostro sonno:

  • Non bisogna guardare solo il numero di ore di sonno, ma anche la qualità, ossia come si dorme. Una scarsa qualità del sonno ci fa svegliare la mattina con la sensazione di essere ancora stanchi e non riposati.
  • Il letto deve essere comodo e la camera deve essere in grado di accogliere un buon sonno. Non lasciate libri e quant’altro (pupazzi, vestiti) sul letto che rischiano di svegliarvi ogni volta che vi girate o vi muovete durante il sonno.
  • Prima di andare a dormire cercate di fare le stesse cose perché il corpo impara che quelli sono i segnali della buona notte e si predispone con più serenità. Esempio il caldo di una doccia, in alcune situazioni, aiuta a rilassarsi.
  • Non giocate con lo smartphone e/o il tablet fino a che non crollate perché chiedete al vostro cervello di fare uno sforzo a rimanere attivo. Molti di voi si addormento con il telefono in mano e si svegliano perché cade o perché si accende. Quando lo usate nel letto non guardate lo schermo al buio perché fa male agli occhi.
  • Togliete la suoneria e la vibrazione, le notifiche che vi arrivano durante la notte vi svegliano e vi interrompono il sonno, andando ad intaccare la fase del sonno più riposante per cui non riuscite a riposare bene. Dovete salvaguardare la continuità del sonno.
  • È vero che online c’è un mondo notturno che vive nel web e quindi trovate tutti e tutto, ma non dimenticatevi che dopo poche ore inizia il mondo diurno a cui non potete rinunciare e con cui dovete interagire con lucidità ( esempio dormire male va ad intaccare anche i riflessi alla guida).
  • È importante che vi ricordiate che la nicotina può interferire sul sonno, visto che molti di voi hanno l’abitudine di fumare prima di andare a dormire.
  • La caffeina, la teina e altre bibite eccitanti sono attivatori del sistema nervoso e quindi non conciliano il sonno. Ricordatevi che tutte le sostanze che terminano con –ina vanno ad interferire con il sistema nervoso perché hanno una funzione eccitante.
  • L’alcol può dare una sensazione di sonnolenza ma va ad interferire sulla qualità del sonno e quindi il sonno non è riposante.
  • Non giocate fino a tardi perché i videogiochi attivano tutta una serie di funzioni cognitive tra cui attenzione, problem solving, concentrazione che risvegliano il sistema nervoso e quindi non aiutano l’addormentamento e poi vi fanno fare tardi perché a volte non si riesce a lasciare la partita o il gioco finché non si è arrivati alla fine. Spegnete la console almeno un’ora prima di andare a letto.
  • Evitate di guardate sui social network cose che potenzialmente vi possono fare arrabbiare esempio i profili degli ex ragazzi, di amiche o amici con cui si ha litigato, persone che vi possono generare invidia ecc…
  • Non intraprendete conversazioni su tematiche che vi possono infastidire prima di andare a letto perché il cervello continuerà a pensare a quel problema e non riuscirà a riposare bene.
  • Evitate di lasciarvi i compiti da fare all’ultimo secondo, perché l’ansia di non averli fatti e di non riuscire a finirli vi farà dormire male. Sarebbe meglio farli durante il pomeriggio o al massino se proprio non si riesce svegliarsi prima la mattina.
  • Se invece avete problemi di sonno ripetuti nel corso delle varie notti, per cui non riuscite assolutamente ad addormentarvi o vi svegliate durante la notte e non riuscite più ad addormentarvi, parlatene con i vostri genitori che magari vi portano da uno specialista che vi spiega il motivo e vi aiuta a risolvere il problema.

Non mi rimane che augurarvi buona notte a tutti!

di Maura Manca

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *