fuoco

Adolescenti che appiccano incendi. Cosa scatta nella loro testa? Maura Manca ne ha parlato a Uno Mattina


Adolescenti che arrivano ad appiccare incendi, senza riflettere sulle conseguenze delle loro azioni, per colmare un vuoto. È spesso un grido d’aiuto di ragazzi non visti e non contenuti da nessuno, se non dalle loro bravate.

Questa volta è successo a Sarno, sul Monte Saretto, dove sei ragazzi, di cui cinque minorenni, hanno appiccato un vasto incendio: l’area colpita è stata in gran parte distrutta e le fiamme hanno portato all’evacuazione di numerosie famiglie che abitavano nella zona.

Si tratta di ragazzi che agiscono senza un senso logico pur di far parte di qualcosa che, a volte, come in questa vicenda, diventa più grande di loro. Non c’è un freno e non c’è un limite, non c’è un capire le conseguenze, non si comprende la reale portata di ciò che si sta facendo.

La tendenza ad agire in gruppo facilita questo tipo di comportamenti. Sanno che stanno facendo qualcosa di sbagliato, anzi lo ricercano appositamente, è quello che dà l’adrenalina. Ma si fermano lì, non riflettono, non si mettono nei panni dell’altro e non ragionano sul senso del gioco e del divertimento.

La devianza giovanile ha delle connotazioni cliniche ben definite e delle traiettorie evolutive molto chiare. Comprendere significa intervenire in maniera più efficace, giustificare significa rinforzare i loro comportamenti. Non ci si improvvisa piromani o violenti, è il frutto della somma di tanti altri, più o meno manifesti, comportamenti, deficit emotivi e meccanismi psichici.

Nascosti dietro una bravata, riescono a provocare i danni anche agli altri e alle cose perché agiscono senza avere un senso di responsabilità.

Perché non sono educati e contenuti come dovrebbero, perché hanno bisogno di andare oltre per cercare di colmare un vuoto che li assale già in tenera età?

La dott.ssa Maura Manca, psicoterapeuta e presidente dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, ne ha parlato su Rai 1, il 24 settembre 2019, a Uno Mattina, insieme a Valentina Bisti e a Roberto Poletti.

Per guardare l’intero servizio clicca sul link, a partire dal minuto 00.38.00:

https://www.raiplay.it/video/2019/09/Unomattina-bb445fb6-20d1-4e12-bde5-4188fa2f4f66.html