baby gang

Adolescenti sempre più devianti: l’importanza della prevenzione. Maura Manca ne ha parlato a TgCom 24


La devianza giovanile è un problema di rilevanza nazionale, un fenomeno ormai sempre più diffuso e radicato, che abbraccia tutti quei comportamenti che infrangono una norma socialmente accettata e condivisa e corrisponde all’acquisizione di un ruolo o di una identità sociale, individuale o di gruppo.

In adolescenza tali comportamenti si possono manifestare con modalità che si differenziano per persistenza e gravità, da atteggiamenti più di natura oppositiva, quali il disobbedire o mentire, la violazione di leggi, l’uso e l’abuso di sostanze stupefacenti, il vandalismo e la violenza. Soprattutto in questi ultimi anni stiamo assistendo ad una escalation di violenza contro la persona, agita da gruppi organizzati che si muovono in maniera sistematica e intenzionale, anche con l’utilizzo di armi quali coltelli, tirapugni o manganelli.

Reati in crescita purtroppo proprio tra i più piccoli: l’età di questi ragazzi, infatti, si sta abbassando drasticamente, il fenomeno è sempre più trasversale perché coinvolge adolescenti provenienti da diverse realtà sociali, e sempre più numerose sono anche le ragazze coinvolte.

È vero che stringersi come una morsa intorno alla devianza minorile e togliere ai ragazzi l’illusione di restare impuniti rappresenta un deterrente importante, ma è anche vero che se non sradichiamo il germe della violenza dalla radice, non saremo mai in grado di contrastarla, anche perché i comportamenti aggressivi e violenti hanno una traiettoria ben definita e chiara.

Qual è il ruolo del gruppo nella messa in atto di questi comportamenti devianti? Da dove partire per prevenire e contrastare il fenomeno?

Di tutto questo si è parlato il 12 marzo 2019, in diretta su TgCom 24, insieme alla dott.ssa Maura Manca, psicoterapeuta e presidente dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza.

Clicca sul link per vedere l’intervento:

https://www.facebook.com/mancamaura/videos/2045153922455718/