IMG-9879

Aggredita nel parco a 17 anni. Ora il suo aggressore ha un volto e Roberta può riprendere a sognare


Ora Roberta può riprendere a sognare. Era il 14 ottobre quando è stata brutalmente aggredita in un parco, a Montelupo, nei dintorni di Firenze. Il 2 febbraio decide con grande determinazione e coraggio di parlare a tutti a La Vita in diretta, ero lì con lei anche quel giorno, una reazione importante e un momento veramente intenso. Finalmente il suo aggressore ora ha un volto e un nome, lo hanno finalmente arrestato. L’incubo dell’incertezza è finito e ora ci sarà di nuovo spazio per i sogni e le speranze.

Alla luce dell’arresto Roberta ha deciso di parlare ancora, ora è più rilassata, il cerchio si è chiuso. Vuole vedere il suo aggressore in faccia, colui che l’ha aggredita alle spalle, ha diritto di guardarlo in faccia. Ne abbiamo parlato con lei, il suo papà Roberto e Francesca Fialdini il 23 febbraio 2018, in diretta su Rai 1.

maura e roberta

L’intervento al minuto:

01.41.44

https://www.raiplay.it/video/2018/02/La-vita-in-diretta-810058c4-1f09-4eb6-a25c-a8a09bcb4517.html