Maura Unomattina

Baby-delinquenti sempre più violenti. Maura Manca ne ha parlato a Uno Mattina


Ci sono tanti adolescenti che possono arrivare a commettere intenzionalmente atti particolarmente violenti nei confronti di coetanei, con la volontarietà di fargli del male, senza provare un briciolo di pena, senza avere minimamente la capacità di mettersi nei panni dell’altro e di capire che ad un certo momento ci si deve porre un limite.

L’ennesimo caso è successo a Varese dove un ragazzo di soli 15 anni è stato sequestrato in un garage per ore da quattro ragazzini,  alcuni dei quali minori di 14 anni, quindi non imputabili penalmente, che lo hanno minacciato e torturato per farsi dare informazioni su un suo amico che pare doveva loro dei soldi. La vittima sarebbe stata legata ad una sedia con dei fili elettrici, picchiato con una spranga e minacciato con un coltello.


Quando si arriva in così tenera età a commettere determinati comportamenti in maniera intenzionale, si deve ragionare sulla struttura di personalità di questi ragazzi, sul fatto che stanno organizzando una condotta violenta e aggressiva che si cronicizza nel corso del tempo e diventa sempre più sistematica e persistente.


Com’è possibile che dei ragazzi arrivino con facilità a mettere in atto comportamenti così brutali e violenti? Cosa scatta nella loro testa? Con un inasprimento delle pene si otterrebbero dei risultati positivi?

La dott.ssa Maura Manca ne ha parlato su Rai 1, il 21 novembre 2018, a Uno Mattina, insieme a Franco di Mare e Benedetta Rinaldi. Per guardare l’intero servizio a partire dal minuto 0.08.20:

https://www.raiplay.it/video/2018/11/Unomattina-001a9ee4-473b-4472-a0e8-75ba965dbbc2.html