Maura 2 su nero

Maura Manca, chi è la psicologa che spiega gli adolescenti (agli) italiani


La sua chioma rossa non passa certo inosservata. La si vede spessissimo in tv, chiamata a commentare fatti che hanno per protagonisti gli adolescenti, la si sente altrettanto spesso per radio intervenire sulle problematiche legate al mondo dell’adolescenza. Ma non tralascia di aggiornare i suoi blog su diverse piattaforme online e la si “incontra” ormai anche su diverse giornali cartacei. E’ Maura Manca. Chi ha avuto la fortuna di seguire uno dei convegni che organizza o ai quali partecipa, la prima cosa che pensa che sia una forza della natura, a giudicare dalla grinta e dalla passione che mette in quello che fa. Questa volta, qui, sugli Stati Generali, parliamo invece un po’ di lei.

Psicologa, Psicoterapeuta, libera professionista, docente universitaria, presidente dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, direttore di AdoleScienza Magazine online, blogger… mettiamo in fila tutte queste cose?

Devo dire che le mie giornate sono piuttosto piene e ricche di emozioni, non mi mancano le cose da fare e non è sicuramente facile stare dietro a tutto, il fatto che adoro il mio lavoro però mi aiuta veramente tanto. Direi che in primis sono una Psicologa, ho fatto una scelta tanti anni fa, quando ho deciso di lasciare la mia Sardegna per dedicarmi anima e corpo alla parte clinica. La carriera universitaria, invece, non era programmata, durante il lavoro di tesi, su un argomento a caso, il bullismo in adolescenza, mi sono avvicinata al mondo della ricerca e ci sono cascata mani e piedi. Sono rimasta a collaborare con l’insegnamento di psicopatologia dell’adolescenza e ho iniziato la mia attività di ricerca sulle problematiche adolescenziali. Pian piano ho iniziato a fare anche la didattica e mi ricordo ancora la prima volta quando avevo davanti un’aula di 300 ragazzi che avevano più o meno la mia età e mi tremavano completamente le mani.

E’ passato tanto tempo da allora, ho girato varie Università e ora sono approdata all’Aquila. Vengo da una famiglia di professori: nonna, mamma e zia erano insegnanti e l’attitudine all’insegnamento credo di averla appresa quando ero molto piccola. La cosa che mi dà più soddisfazione è che ancora dopo tanti anni gli allievi mi dicano che apprezzano la passione che metto quando parlo e quando spiego e che spero che non mi passi mai. Nel 2013 mi sono presa qualche anno di pausa dall’università e ho continuato ad insegnare solo ai master e alle scuole di specializzazione. Nel mentre per non annoiarmi, ho deciso di creare AdoleScienza.it, oggi un portale, un magazine online di riferimento per migliaia di utenti che racchiude tutta la mia attività professionale, nato dal lavoro che svolgo quotidianamente con i genitori e con gli adolescenti dentro il mio studio.

Ho creato l’Osservatorio Nazionale Adolescenza che oggi rappresenta un riferimento nazionale per la quantificazione delle principali problematiche adolescenziali perché svolge ricerca su tutto il territorio nazionale su circa 8/10.000 adolescenti l’anno. Alla fine sono arrivati i blog che sono uno spazio in cui posso esprimere liberamente il mio pensiero, le mie opinioni e commentare i fatti di cronaca. Devo dire che il mio cervello è sempre in attività e adesso ho una serie di altre cose in cantiere che stanno andando in porto che ancora non posso svelare.

Quando e perché hai scelto di focalizzare la tua attività sugli adolescenti?  ……………………………………………..

Clicca sul link per continuare a leggere tutta l’intervista del bravissimo Antonio Murzio pubblicato sul Gli Stati Generali:

Maura Manca, chi è la psicologa che spiega gli adolescenti (agli) italiani