dall'amore alla violenza

Questo piccolo grande (non) amore. Maura Manca su Donna Moderna spiega quali sono i segnali d’allarme


La violenza di genere tra gli adolescenti nasce da un investimento affettivo estremo, un amore malato in cui possessività, orgoglio, gelosia ossessiva e divieti possono essere scambiati come gesti d’amore.

I dati rilevati all’interno del lavoro svolto dall’Osservatorio Nazionale Adolescenza su circa 8.000 adolescenti sul territorio nazionale, evidenziano quanto la violenza all’interno delle coppie di adolescenti sia un fenomeno estremante grave e preoccupante soprattutto per gli esiti nefasti che può avere nel corso degli anni.

Infatti, il 19% dichiara di avere un partner molto possessivo e il 22% di essere controllato nelle sue azioni, negli spostamenti, sulle persone con cui esce e anche come si veste (il 13,5% sono femmine, il doppio rispetto ai maschi), percentuale più bassa alle medie, intorno al 6%, ma non per questo meno preoccupante, considerato il fatto che nell’arco di pochi anni tende a triplicarsi.

Inoltre, oggi non dobbiamo sottovalutare le violenze digitali perché le chat e i social network vengono usate come armi per soffocare l’altro e, se sommate, alla gelosia e al controllo fuori dal mondo digitale diventano delle condizioni di forte rischio.

Infatti, il 16% degli adolescenti è stato obbligato a cancellare amici/amiche su Facebook o su altri social network perché il partner era geloso di quel contatto e di quella amicizia, 6 adolescenti su 100 sono stati addirittura costretti a dare al proprio fidanzato/a la password dei vari profili social e a più di 2 adolescenti su 10 il partner controlla tutti i tipi di attività sullo smartphone.

Quali sono gli indicatori e i segnali d’allarme per riconoscere precocemente il problema? I genitori come si devono comportare quando si accorgono che il proprio figlio è incastrato in una relazione sentimentale basata sul controllo e sulle prevaricazioni? La dott.ssa Maura Manca, ne ha parlato in modo approfondito sul settimanale DONNA MODERNA di questa settimana, un articolo davvero interessante di Simonetta Palmucci.20170531_143749 (1)

20170531_143920 (1)