maura manca vita in diretta.

Strage in discoteca: come è potuto accadere? Maura Manca ne ha parlato a La Vita in Diretta


Non si può trasformare un sogno in tragedia, non può diventare morte la gioia più grande per un adolescente.

Per i ragazzi è una felicità immensa andare a vedere i loro idoli, quelli con cui si identificano, quelli che li tengono incollati ore ed ore agli schermi del cellulare.

Non si possono mettere a rischio i ragazzini, non sono carne da macello, e invece sono morti degli innocenti in un luogo dove non sarebbero mai dovuti morire.

E’ quello che è accaduto nella terribile vicenda di Corinaldo, dove al concerto del trapper Sfera Ebbasta, hanno perso la vita cinque ragazzi, tra i 14 e i 16 anni, e una madre che accompagnava la figlia, travolti dalla folla impazzita.

Era inevitabile che prima o poi sarebbe accaduto: ogni volta più gente di quella prevista, una calca senza eguali,  mancanza di controlli e ambienti non sicuri, perché gli unici interessi, in questi casi, sembrano essere quelli economici.


Le vittime di questa tragedia sono i figli di tutti e di un’Italia che dovrebbe ricordarsi che quando ci sono le masse di giovanissimi la sicurezza dovrebbe essere raddoppiata o triplicata.


Purtroppo, ciò che ne rimane ora sono famiglie distrutte, traumi da elaborare e tanto dolore che lascerà segni indelebili.

E’ possibile superare un trauma così profondo? Perché il sistema non tutela i ragazzi?

La dott.ssa Maura Manca ne ha parlato a La Vita in Diretta su Rai 1, il 10 dicembre 2018, con Tiberio Timperi.

Per guardare l’intero servizio, cliccare sul link a partire dal minuto 00.13.54:

https://www.raiplay.it/video/2018/12/La-vita-in-diretta-4d9a67d6-d056-4de9-b844-262bfceda0d6.html