dall'amore alla violenza

Attenzione alla violenza di coppia nei giovani. Quali sono le conseguenze?


Solitamente si fa riferimento alla violenza e alla prevaricazione di coppia in età adulta, senza pensare come certe dinamiche aggressive siano presenti e abbiano inizio in epoche precoci, sin dai primi innamoramenti.

Le relazioni in adolescenza, così come quelle adulte, possono avere dei lati oscuri, essere pervase da violenza e prevaricazione, con un alto livello di distruttività, soprattutto perché spesso i ragazzi non hanno gli strumenti per comprendere che certi atteggiamenti non possono considerarsi “normali” e che il possesso e la gelosia morbosa non vanno confusi con l’amore.

Troppe volte si sottovalutano i primi rapporti adolescenziali, pensando che siano relazioni banali, superficiali mentre sono proprio queste le esperienze che preparano e predispongono i ragazzi alle relazioni più mature.

Un recente studio (Greenman e Matsuda, 2016) ha confermato quanto la presenza di aggressioni, prevaricazioni e violenza all’interno delle relazioni di coppia in età precoce, tenda a rimanere stabile nel tempo e a persistere anche in età adulta, nella forma della violenza domestica, soprattutto se non c’è una rete di supporto familiare e sociale.


Si tratta di aspetti assolutamente da non sottovalutare che fanno riflettere su quanto certi segnali di allarme siano presenti dall’inizio e su quanto il fenomeno della cosiddetta “dating violence” vada approfondito a partire dalle prime relazioni di coppia dove, tra l’altro, è anche in netta crescita.


Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, parliamo di 1 adolescente su 10 che ha paura o ha avuto paura del proprio fidanzato o fidanzata mentre il 6% è stato aggredito fisicamente dal proprio partner e quasi 2 ragazzi su 10 hanno subito aggressioni verbali, senza contare tutte quelle forme di controllo e prevaricazione che si giocano attraverso la Rete.

Si tratta di giovanissimi ancora in fase di sviluppo per cui certe forme di aggressione e violenza possono lasciare segni indelebili nella psiche ed essere fonte di profonda sofferenza, aumentando il rischio di incorrere in successive relazioni sempre improntate sulla vittimizzazione: ragazzi che diventano adulti e sembrano avere la strada già segnata, quella della vittima e del carnefice.

È necessario iniziare ad analizzare certe dinamiche sin dalle relazioni sentimentali in adolescenza, a improntare in termini preventivi un’educazione basata sull’affettività e sul rispetto dell’altro e aiutare i ragazzi a identificare i segnali di certi modelli relazionali patologici, per contrastare precocemente la violenza di coppia, prima che si radicalizzi.

Redazione AdoleScienza.it

 

Riferimenti Bibliografici

Greenman S. J., Matsuda M. (2016). From early dating violence to adult intimate partner violence: Continuity and sources of resilience in adulthood. Criminal Behaviour and Mental Health, 26(4), 293-303.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *