preservativo

Malattie Sessualmente Trasmissibili? Pericolo sottovalutato dalle adolescenti


Una recente ricerca americana condotta presso il Center for Disease Control and Prevention (Steiner et al., 2016), che ha coinvolto quasi 2300 ragazze sessualmente attive, ha messo in luce come le adolescenti che usano contraccettivi a lungo termine come la spirale o gli impianti, siano meno propense all’utilizzo del preservativo, circa il 60% in meno, rispetto a coloro che prendono la pillola. Il 41% delle ragazze intervistate afferma di usare il preservativo durante i rapporti sessuali, il 12% afferma di ricorrere al vecchio metodo del “coito interrotto” e il 16% non usa alcun tipo di contraccettivo.

Questi numeri ci devono far riflettere su quanto ci sia ancora tanto da fare nel campo della prevenzione, per contrastare la disinformazione presente tra i giovanissimi.

I metodi anticoncezionali sono importanti per prevenire gravidanze indesiderate ma il preservativo è l’unico metodo efficace per prevenire la diffusione del virus HIV e in generale delle Malattie Sessualmente Trasmissibili. Purtroppo, la sessualità viene spesso vissuta e sperimentata dagli adolescenti in maniera superficiale: non si temono le malattie e non si capisce che il corpo andrebbe rispettato e tutelato.

Per tale ragione, è fondamentale favorire l’utilizzo dei preservativi tra partner, attraverso programmi ad hoc di educazione alla sessualità e alla affettività, spiegando loro i rischi e le conseguenze a breve e a lungo termine, alimentando una sana consapevolezza.

 

Redazione AdoleScienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *