adolescenza_mod01-e1512127379334

Ragazza accoltellata a Ivrea: amori patologici sempre più diffusi tra gli adolescenti


Ecco l’ennesima vicenda di rivalità tra adolescenti che rischia di finire in tragedia per amore e per un investimento affettivo estremo. Purtroppo sempre più spesso la cronaca riporta episodi di violenza dove possessività, orgoglio, gelosia ossessiva e divieti possono diventare la normalità nelle coppie di adolescenti a partire già dai primi innamoramenti.

Una ragazza di Ivrea di soli 14 anni, che frequenta la terza media, ha accoltellato la rivale in amore, accusandola di aver sparlato di lei con il suo fidanzato. Accecata dalla rabbia, ha deciso di farsi giustizia da sola e di aggredire alla fermata dell’autobus la ragazzina in questione con un coltello affilato. La vittima è stata colpita al braccio e alla gamba, fortunatamente le sue condizioni di salute attualmente sono buone, ma l’epilogo poteva essere ben diverso. Dopo averla colpita, la ragazzina si è allontanata ed è stata rintracciata in un secondo momento dalle forze dell’ordine: nonostante all’inizio avesse negato il suo coinvolgimento nella vicenda, le è stata ritrovata addosso l’arma con la quale aveva colpito la coetanea. Attualmente sono in atto le indagini per capire il movente e il tribunale di Torino ha aperto un fascicolo con l’accusa di lesioni gravi e porto abusivo di arma da taglio.

Cosa è scattato nella testa di questa ragazzina?

Il problema è che gli adolescenti fanno sempre più fatica a gestire le emozioni e le frustrazioni, in particolare quando riguardano le relazioni sentimentali, non riuscendo ad autoregolarsi e ad affrontare in modo adeguato le diverse situazioni.

“Sparlava di me, diceva al mio ragazzo che sono una poco di buono e allora io non c’ho più visto”, queste sembrerebbero le parole dette alla Polizia per giustificare il suo folle gesto, come riporta il quotidiano La Stampa. Inoltre, l’aggravante è che sembrerebbe un’azione premeditata, in quando era già partita da casa con l’arma nello zaino di scuola.

Certamente sono episodi decisamente gravi se pensiamo che il 19% racconta di avere un/una partner molto possessivo mentre il 21% si sente controllato nelle proprie azioni e nei propri spostamenti, rispetto alle persone con cui esce e persino a come si veste. Questi sono i dati allarmanti dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza su un campione di 11.500 ragazzi di tutta Italia che ha messo in luce come gli amori violenti tra i ragazzi, basati sul controllo e la possessività, siano sempre più diffusi.

di Maura Manca