Masturbazione

Domande e risposte. Si può essere dipendenti dalla masturbazione?


Un adolescente di 12 anni ci domanda se è possibile diventare dipendenti anche dalla masturbazione.

L’adolescenza è una fase di transizione, il corpo si trasforma e si prepara a diventare adulto, cambia l’aspetto fisico, escono i peli e gli organi sessuali maturano. In questi anni gli ormoni iniziano a viaggiare ad alta velocità e corrono alla ricerca del piacere che si sta scoprendo. Questi cambiamenti iniziano intorno ai 10 anni ed incuriosiscono i piccoli adolescenti che si ritrovano con un corpo nuovo, tutto da scoprire.

L’autoerotismo e quindi la masturbazione è un’attività normale durante l’adolescenza, attraverso la quale si inizia a conoscere il proprio corpo e le sue reazioni. È un’attività legata al piacere sessuale sia nel maschio che nella femmina. Purtroppo fino a pochi anni fa si inculcavano nella testa dei ragazzi paure legate a questo comportamento sul diventare ciechi, sterili, sul perdere i capelli e via dicendo.

Tornando alla domanda, è comprensibile che, soprattutto all’inizio, questa scoperta del piacere e di se stessi possa portare ad una frequente pratica del comportamento e che poi questa si riduca man mano con il crescere ed in particolare con il trovare un partner con cui sperimentare il piacere sessuale finora sperimentato in solitudine.

Di conseguenza, la risposta è semplice: non esiste alcun problema o dipendenza nella scoperta e conoscenza del proprio corpo durante l’adolescenza. L’unico problema si può avere quando: si pensa solo alla masturbazione, si hanno pensieri ossessivi mirati al toccarsi o alla ricerca del porno, si ha una perdita di controllo sul comportamento ossia anche se ci si ripromette di non farlo non si riesce a resistere,  si compromettono alcune aree come si toglie tempo allo studio, al dormire, agli amici, in poche parole si vive in funzione dell’autoerotismo.