tradimento

Tradimenti reali e virtuali. Che significato hanno per gli adolescenti?


Nell’adolescenza il tradimento assume un valore diverso rispetto all’età adulta, in quanto può significare il voler esprimere la propria voglia di conoscere e sperimentare e più di tutti la propria indipendenza rispetto al rapporto simbiotico che spesso si instaura con il partner.

Ma gli adolescenti italiani tradiscono il loro partner?

Più di 2 ragazzi su 10 (il 21%) ha riferito di aver tradito il proprio partner (Dati Osservatorio Nazionale Adolescenza, su oltre 7.000 adolescenti italiani http://www.adolescienza.it/osservatorio/). Ad affermare ciò sono di più i ragazzi rispetto alle ragazze, che invece sembrano vivere un amore più romantico con l’idealizzazione che possa durare anche in eterno.

Ma l’era digitale in cui viviamo ha modificato anche il concetto di relazione tanto che chat, social network, selfie ed il sesso virtuale hanno cambiato anche le modalità con cui entrare in intimità con l’altro e sicuramente hanno amplificato in maniera esponenziale le occasioni per trasgredire e anche le possibilità di poter conoscere continuamente persone nuove.

Il dato più allarmante infatti riguarda il tradimento on-line, al quale circa il 9% degli adolescenti ha risposto positivamente con nessuna differenza sostanziale tra maschi e femmine. Ciò significa che nonostante l’amore idealizzato tipico dell’adolescenza, internet e le chat istantanee hanno modificato anche le relazioni affettive tanto da far affermare ai giovani che il tradimento può avvenire anche on-line, quindi non solo fisicamente ma anche in base all’investimento mentale ed emotivo che si può instaurare con chi è dall’altra parte dello schermo.  

Dati Osservatorio Nazionale Adolescenza, presidente dott.ssa Maura Manca. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *