facebook e cervello

Dimmi quanti amici hai sui social e ti dirò che cervello hai!


Perché alcuni ragazzi/e trascorrono sempre più tempo su Facebook e sugli altri social network ed hanno tanti amici, mentre altri no? Il fatto di avere una rete social, diventato ormai sinonimo di rete sociale, molto ramificata dipende dalla “simpatia” o da cosa si “pubblica” sul proprio profilo o può avere addirittura delle basi scientificamente dimostrabili? (Powell et al., 2012).

A questi quesiti hanno provato a rispondere alcuni ricercatori inglesi (Kanai et. al. 2011). I ricercatori hanno sottoposto 125 giovani inglesi a Risonanza Magnetica ed hanno correlato le dimensioni della propria rete social online con la struttura cerebrale. I risultati hanno dimostrato che il numero di amici che si hanno in rete predice la densità della materia grigia di alcune zone (solco temporale superiore destro, giro mediotemporale sinistro, corteccia entorinale) che sono notoriamente collegate alla percezione sociale e alla memoria associativa. Inoltre, chi ha più amici nei social mostra di avere anche un’amigdala (parte del cervello che gestisce le emozioni) più ricca di neuroni e più funzionale, dimostrando il peso delle emozioni anche nell’amicizia virtuale. Presi insieme questi dati dimostrano che l’ampiezza dei contatti social di un individuo sono fortemente collegati alla funzionalità delle proprie strutture cerebrali implicate nella cognizione sociale. I ricercatori non sanno però rispondere ad un altro quesito: è la struttura del mio cervello che mi porta a creare reti social così fitte, oppure “essere” nei social e accrescere la propria rete relazionale induce cambiamenti radicali al mio cervello?

Una cosa è certa una rete social ramificata, corredata da tanti “amici” e tanti “mi piace” corrisponde, per i ragazzi, ad una approvazione sociale e aumenta l’autostima e rinforza il valore personale.

di Giuseppe Curcio

Riferimenti Bibliografici

Kanai R., Bahrami B., Roylance R., Rees G.(2011).Online social network size is reflected in human brain structure. Proceedings of the Royal Society B (2012) 279. doi:10.1098/rspb.2011.1959. http://rspb.royalsocietypublishing.org/content/royprsb/279/1732/1327.full.pdf

Powell J., Lewis P.A., Neil Roberts N., Garcıa-Finana M., Dunbar R.I.M. (2012). Orbital prefrontal cortex volume predicts social network size: an imaging study of individual differences in humans. Proceedings of the Royal Society B doi:10.1098/rspb.2011.2574 Published online.