pericoli sms

Pedoni in pericolo? Tutta colpa degli SMS


Nell’era degli smartphone, inviare SMS mentre si cammina, con la testa china sullo schermo, può avere i suoi effetti negativi. Ogni anno, infatti, migliaia di persone finiscono al pronto soccorso a causa della distrazione e dell’eccessivo coinvolgimento nell’utilizzo di questi dispositivi. Si è totalmente assorbiti dall’attività virtuale, tanto da perdere i riferimenti spaziali, estraniandosi dal mondo e non facendo più caso all’ambiente che ci circonda. I proprietari di telefoni cellulari, con troppa frequenza, sperimentano la “camminata distratta”, ovvero sbattere sistematicamente contro qualcosa o qualcuno.

Uno studio condotto presso l’Università di Bath, nel Regno Unito (Licence et al., 2015), conferma che “messaggiare” per strada, cambia notevolmente il modo di camminare e muoversi: la camminata rallenta, si adotta un’andatura più prudente, si fanno passi più piccoli e si alzano i piedi, in modo goffo o nei momenti sbagliati, per salire scale o marciapiedi.

Per studiare i potenziali rischi di mandare SMS mentre si cammina, i ricercatori hanno predisposto un percorso ad ostacoli che comprendeva scale, gradini e dislivelli, in modo da simulare una strada reale. Sono stati reclutati 30 partecipanti, di età compresa tra i 18 e i 50 anni, che hanno percorso il tracciato in 3 situazioni differenti e, in un secondo momento, hanno compilato un questionario ad hoc, sull’utilizzo quotidiano dello smartphone.

Nella prima parte dell’esperimento, i partecipanti hanno camminato, senza distrazioni di alcun tipo, al loro ritmo normale, nella seconda, camminavano e scrivevano SMS, e infine, nella terza, si aggiungeva l’ulteriore compito di risolvere un problema di matematica.

Ciò che emerge da questa simulazione, è che gli individui, posti di fronte alla triplice sfida di camminare, inviare SMS e risolvere un problema, poiché sovraccaricati da un punto di vista cognitivo, adottano comportamenti “protettivi”, come ad esempio rallentare l’andatura, per minimizzare il rischio di potenziali incidenti. Il nostro cervello viene totalmente assorbito dallo smartphone, tanto incidere sui livelli di attenzione, a discapito delle altre persone presenti, aumentando vertiginosamente il rischio di inciampare, di scontrarsi e di procurare lesioni a se stessi e agli altri.

Redazione AdoleScienza.it

Riferimenti Bibliografici

Licence S., Smith R., McGuigan M.P., Earnest C.P. (2015). Gait Pattern Alterations during Walking, Texting and Walking and Texting during Cognitively Distractive Tasks while Negotiating Common Pedestrian Obstacles. PLoS ONE, 10(7):e0133281.