unomattina in famiglia

Sexting e revenge porn tra i giovanissimi. Maura Manca ne ha parlato a Uno Mattina in Famiglia


Sempre più spesso la sessualità passa per la rete e gli adolescenti ne rimangono intrappolati.


Tutto troppo precoce, fin da quando sono ancora troppo piccoli. Già a partire dagli 11 anni di età, infatti, la tendenza è quella di scattarsi selfie intimi e senza vestiti o a sfondo sessuale ed inviare le immagini o i video nelle chat; si chiama SEXTING e parliamo del 6% dei preadolescenti dagli 11 ai 13 anni, di cui il 70% sono ragazze, e di circa 1 adolescente su 10 dai 14 ai 19 anni.

Le ragazze sono comunque la categoria più a rischio dal punto di vista della diffusione di materiale intimo e privato, e sono spesso anche vittime della vendetta pornografica o REVENGE PORN (4%) ossia il vendicarsi, in genere per essere stati lasciati o traditi, sia in amore che in amicizia, attraverso la pubblicazione sui social o nelle chat di materiale intimo e compromettente con lo scopo di arrecare danno all’altra persona e di metterla alla gogna pubblica.


Cosa li spinge a inviare questo materiale intimo e privato?

https://www.facebook.com/mancamaura/videos/pcb.2050535091917601/2050534591917651/?type=3&theater


Attenzione! Stiamo assistendo anche ad una nuova frontiera del sexting: non più uno scambio solo tra fidanzati o per un approccio di tipo sessuale, per conquistare un ragazzo o una ragazza, ma anche una condivisione dell’intimità tra amiche senza limiti.


I ragazzi tendono, infatti, a fidarsi delle persone a cui inviano il materiale intimo e non valutano quali possono essere i reali pericoli a cui vanno incontro, senza rendersi conto che una volta che quella immagine è uscita dal proprio cellulare può potenzialmente diventare pubblica.

Esiste ancora il senso del pudore tra i ragazzi? Ma perché condividono fin da piccoli tutto, anche le proprie immagini intime o in atteggiamenti e comportamenti sessuali?

https://www.facebook.com/mancamaura/videos/pcb.2050535091917601/2050534478584329/?type=3&theater


La conoscenza e la consapevolezza dei rischi presenti nel web possono non bastare nella prevenzione del fenomeno del sexting e di quello che può conseguirne. È necessaria un’educazione che non perdi di vista la trasmissione di sani principi, del rispetto, dell’affettività, dell’intimità e del valore dell’altro.


La dott.ssa Maura Manca ne ha parlato su Rai 1, il 23 marzo 2019, a Uno Mattina in Famiglia, insieme a Luca Rosini e Ingrid Muccitelli.

Per guardare l’intero servizio, cliccare sul link a partire dal minuto 0.07.05:

https://www.raiplay.it/video/2019/03/UnoMattina-in-famiglia-8c6ca3df-238e-4b08-884b-6188998e749d.html