sport

Tecnosport: #sfida per fare lo sport


Sport e attività fisica hanno numerosi effetti positivi sul corpo e sulla mente; tuttavia, sempre più frequentemente, i ragazzi si allontanano dallo sport durante il periodo adolescenziale. Anche in questo caso la tecnologia sembra giocare, però, un ruolo fondamentale. Per gli adolescenti, infatti, è importante partecipare ad ogni social sfida e può così succedere che, per non esser tagliati fuori dalle catene che impazzano sul web, si dedichino anche all’attività fisica con maggiore costanza.


Adolescenti e sport: perché lo praticano e perché lo abbandonano?

I dati dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, raccolti su oltre 5.000 adolescenti italiani di età compresa tra i 13 e i 19 anni, rivelano come il 71% degli adolescenti si dedichi ad una attività sportiva per piacere e divertimento, il 17% per gli effetti benefici sul corpo e il 7% per cercare un momento di scarico delle tensioni. Mediamente si inizia a fare sport intorno ai 4-5 anni, ma durante l’adolescenza i ragazzi tendono a ridurre l’attività sportiva, se non ad abbandonarla del tutto: il 51% dei ragazzi non pratica nessuno sport per pigrizia e mancanza di voglia, il 29% per i troppi compiti e l’eccessivo studio, il 5% per motivi economici.

In adolescenza, inoltre, cambiano interessi e priorità dei ragazzi e si verifica un vero e proprio drop out sportivo, ovvero un abbandono di sport e attività fisica: il 38% dei ragazzi dichiara di aver lasciato a causa degli impegni scolastici, il 36% per mancanza di voglia e motivazione mentre il 22% a causa di problemi fisici.

Un hashtag può portare a praticare più sport?

Uno studio americano (Hales et al., 2016), pubblicato sulla rivista Sport in Society, ha esaminato come aderire ad una sfida sui social network, che aveva come oggetto l’attività fisica, incoraggiasse i partecipanti ad incrementare l’attività sportiva. I ricercatori si sono ispirati ad un hashtag lanciato su Twitter nel 2013, #13in2013, che sfidava  ragazzi e adulti a raggiungere nuovi record nell’attività sportiva della corsa. Intervistando, tramite un questionario on-line, coloro che avevano partecipato a questa social sfida, hanno poi rilevato come anche nei tre anni successivi i partecipanti si fossero sentiti motivati a mantenere l’attività fisica costante, con effetti positivi anche sul fisico e sul proprio benessere.


Tecnologia e social network influenzano sempre di più e in modo sempre più ampio, le attività svolte quotidianamente dagli adolescenti, ciò che scelgono di fare oppure no, ciò che ritengono condiviso anche dagli altri coetanei o che può rappresentare la moda del momento, permettendo loro di essere sempre al passo con i social. Secondo gli autori dello studio si può, dunque, ipotizzare che l’utilizzo di social e hashtag rappresenta potenzialmente anche un mezzo per motivare i ragazzi, e non solo, a svolgere sport e attività fisica.

Redazione AdoleScienza.it

Riferimenti Bibliografici

Sarah B. Hales, Breănna Grant, Daheia J. Barr-Anderson & Gabrielle M. Turner-McGrievy (2016). Examining the impact of an online social media challenge on participant physical activity and body weight in the United States. Sport in Society, 19(10): 1690-1702.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *