la-stampa

Un “like” non vale una vita, come difendersi dagli eccessi dei social


Per molti adolescenti l’universo digitale non è solo un mezzo per imparare Spesso può causare dipendenza con le sue trappole psicologiche ed emotive. I dati dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza parlano chiaro: “Diventano spesso succubi dei social, dove è presente il 95% di loro, fanno a gara a chi ha più amici e, per acchiappare «like», finiscono per cedere alle catene di Sant’Antonio che favoriscono abuso di alcool e disturbi alimentari. Ma c’è anche chi, senza rendersi conto dei rischi, invia via WhatsApp foto e video a luci rosse o su Instagram pubblica commenti crudeli, credendo di scherzare e non di diventare un cyberbullo”.

Quali sono le nuove problematiche legate allo smartphone e soprattutto, come deve intervenire un genitore? Lo spiega Maura Manca in una intervista fatta sulla Stampa.it, in un articolo di Lorenza Castagneri.

Leggi l’articolo completo cliccando sul link: http://www.lastampa.it/2016/11/22/societa/un-like-non-vale-una-vita-come-difendersi-dagli-eccessi-dei-social-g7pjBHij0vch4m40X9ptzL/pagina.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *