carte prepagate

Adolescenti e carte di credito. Come le utilizzano e come devono comportarsi i genitori?


Una tendenza sempre più diffusa è quella di far usare la carta prepagata ai figli adolescenti. In alcuni casi, i genitori, gliela forniscono quando devono partire per un viaggio, per questioni di sicurezza o in situazioni d’emergenza, ma molto spesso per fare acquisti online, senza monitorare le loro attività.

Ormai comprare su Internet, per gli adolescenti digitali, è veramente una pratica quotidiana. Le mamme e i papà si ritrovano in più occasioni a lasciare la propria carta al figlio oppure gliene procurano una, senza, però, monitorare adeguatamente l’uso che ne viene fatto, sottovalutando i pericoli a cui il figlio può andare incontro e il fatto che possa tenere nascoste le sue attività in rete, come per esempio quella di scommettere o giocare d’azzardo.

Stiamo parlando di quasi 4 adolescenti su 10 che hanno libero accesso all’utilizzo della carta prepagata per effettuare acquisti online (Dati Osservatorio Nazionale Adolescenza).

Prima di fornirgli una carta di credito, è importante responsabilizzare i figli sul suo utilizzo, sui pericoli presenti nel web, sugli acquisti che si possono fare in rete e sui soldi da spendere perché, nel virtuale, non si tocca con mano il denaro ed è più facile perdere di vista il suo valore.

Cosa bisogna sapere degli acquisti online?

BANNER PUBBLICITARI. Nei siti e sui social network, compaiono spesso banner impostati sulle ricerche che la persona ha fatto sul web, per catturare la sua attenzione. Gli adolescenti magari iniziano, con il consenso dei genitori, a fare piccole spese, ma poi rischiano di farsi ingannare dalle continue sponsorizzazioni di vestiti, accessori o giochi, uno specchietto per le allodole che li tenta e li porta a spendere sempre di più.

SCOMMESSE ONLINE. Sono davvero troppi i ragazzi minorenni che scommettono su Internet; i genitori molte volte non lo sanno oppure sminuiscono la gravità di queste attività. Non bisogna mai normalizzare questi comportamenti perché, se iniziano da piccoli ad abusarne, se vedono i genitori scommettere e prendono la mano, possono cadere facilmente nel circuito della dipendenza e del gioco d’azzardo.

Azzardo, alcol, droga e violenza. Il profilo dell’adolescente che scommette e gioca d’azzardo

TABACCO E SOSTANZE. Avendo a disposizione una carta prepagata, ci sono ragazzi che la utilizzano anche per comprare tabacco, farmaci e psicofarmaci o altre sostanze dannose, come ad esempio le Smart Drugs. Sul web, infatti, è possibile acquistare davvero di tutto, utilizzando delle semplici strategie per non farsi accorgere dai genitori, facendosi spedire a casa dell’amico l’acquisto fatto, utilizzando la carta del genitore di nascosto, ecc.

Smart drugs: le droghe “legali” acquistate online

GIOCHI ONLINE. Tantissimi ragazzi si intrattengono con giochi online che scaricano sullo smartphone, spesso gratuiti, che però possono nascondere delle trappole, perché si arriva ad un certo punto del gioco in cui propongono di spendere delle somme di denaro per poter avanzare ai livelli successivi. È una tecnica che induce a giocare sempre di più, soprattutto i ragazzi che sono alla ricerca di sensazioni stimolanti, attratti dalla possibilità di superare immediatamente più livelli nel gioco, annullando l’attesa. Sono molti i casi in cui i figli hanno sottratto ai genitori dei soldi, per acquistare questo tipo di vantaggi.

Come comportarsi con i figli?

Ecco 5 consigli utili:

1. Monitorateli. Assicuratevi che si consultino con voi prima di utilizzare carte di credito e controllate sempre come spendono i soldi, cosa comprano e in che modo lo fanno, dando dei limiti precisi e delle regole, visto che possono incontrare delle situazioni che non sono in grado di valutare.

2. Educateli al valore dei soldi. Sin da piccoli, in base all’età che hanno, bisogna che familiarizzino con il denaro per capire che si guadagna con il lavoro, che li educhiate al valore dei soldi, soprattutto perché nel virtuale si può avere meno la percezione della spesa. Devono imparare la gestione dei soldi e la logica del risparmio, anche a partire dalla paghetta stessa.

Non sottovalutate l’importanza educativa della paghetta nella crescita di un figlio

3. Accompagnateli verso un utilizzo consapevole. Per quanto riguarda gli acquisti effettuati sul web, è importante che i ragazzi conoscano come funziona il mercato online e non si facciano abbindolare dalle vetrine e dai banner pubblicitari ingannevoli, che sono soltanto delle esche pericolose.

4. Metteteli in guardia sui rischi. Fategli capire che quando inseriscono i dati e il numero della carta, non devono mai cliccare per memorizzarli e uscire sempre dall’account: ci sono dei siti di pagamento poco sicuri in cui c’è il rischio di clonazione delle carte. Inoltre, quando alcune applicazioni richiedono di connettersi al conto, non bisogna fidarsi, perché a volte attingono direttamente da lì per prelevare somme di denaro automaticamente senza che il ragazzo se ne accorga.

5. Siate un esempio positivo. La gestione dei soldi e delle carte di credito, è qualcosa che si apprende indirettamente in famiglia, per cui è importante che anche voi trasmettiate un valore e che siate equilibrati nella spesa e nel risparmio perché siete un modello positivo per i vostri figli.

Redazione AdoleScienza.it