segnali depressione

Adolescenti tristi e isolati. Come riconoscere i segnali della depressione?


Spesso si cade nell’errore di pensare che la depressione possa essere una problematica che riguarda principalmente l’adulto e che un ragazzo non abbia motivo per essere depresso.

Tante volte, invece, i più piccoli nascondono dietro un mondo apparentemente spensierato e felice, una parte sommersa, un angolo di solitudine e di dolore che conoscono solo loro. Il fatto che un adolescente vada bene a scuola o abbia degli amici o non abbia particolari problemi con i genitori, non significa che non possa stare male e portarsi dentro una tristezza che lo spegne giorno dopo giorno.

Troppo spesso si crede che scuola, amici e famiglia siano gli unici indicatori della salute mentale. Pochi genitori chiedono ai figli prima del “come è andata a scuola”, “come stai”, “stai bene”. Quanti genitori domandano ai figli se sono felici e soddisfatti della vita che fanno e cosa voglio dalla vita.

Siamo anche in una società che non aiuta chi è più sensibile, siamo sempre più isolati e soli e ci si nasconde dentro un cellulare. Il numero di adolescenti che presentano una depressione o i vissuti depressivi è, infatti, sempre più in crescita.

Quali possono essere alcuni sintomi della depressione in adolescenza?

– Non riuscire più a parlare con i genitori, o avere difficoltà comunicative per via della profonda rabbia nei loro confronti e nei confronti del mondo.

– Lamentarsi di non essere considerato e sentirsi incompreso da tutti.

– Avere la sensazione di un profondo vuoto interiore e un importante vissuto di solitudine.

– Perdere la fiducia in tutto e tutti e soprattutto in se stessi.

– Perdere l’interesse e il piacere per qualsiasi attività, soprattutto di tipo sociale e ludica.

– Scarsa concentrazione e attenzione nelle cose, che può gravare anche sul rendimento scolastico.

– Umore irritabile e nervoso.

– Scatti di ira.

– Alternanza di stati euforici a stati apatici.

– Difficoltà ad addormentarsi, passare numerose ore senza dormire o dormire troppe ore.

– Non avere fame e mangiare poco o in maniera irregolare.

– Spostare la propria vita nel mondo virtuale.

Questi segnali non vanno sottovalutati, perché possono essere la cornice di un quadro sintomatologico importante da un punto di vista dei disturbi che riguardano l’umore.

Quando un adolescente si sente schiacciato dalla vita e non riesce più a trovare una via d’uscita, nei casi più gravi, se non trova riferimenti affettivi stabili e il giusto supporto genitoriale, la depressione, può portare anche al suicidio.

di Maura Manca, Psicoterapeuta

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *