ansia cellulare

Ansia genitoriale e controllo come motivazioni per dare il cellulare ai bambini


Molto spesso dare lo smartphone ai bambini troppo piccoli è una questione di ansia e di controllo da parte dei genitori. Non deve essere uno strumento utilizzato per poter spiare il figlio in ogni momento delle sua giornata, per vedere cosa fa, con chi parla e quant’altro. Si abusa della funzione “geo localizzazione” che dovrebbe essere utilizzata solo nei casi di emergenza reale, non emergenza psichica della mamma o del papà. Ci sono genitori che anche in adolescenza obbligano i figli a fornirgli le password dei social network e si collegano allo streaming foto in modo tale che i ragazzi non possono mandare o ricevere liberamente immagini su WhatsApp, senza che il genitore le veda. Prima di tutto, si viola uno spazio privato del figlio. Si cerca di impossessarsi dei contenuti più intimi e privati, la maggior parte delle volte per placare la propria ansia. La frase che i genitori mi riferiscono più spesso è: “almeno sto più tranquillo”.

In secondo luogo, si insegna al figlio una modalità relazionale basata sul controllo e, in alcuni casi, anche prevaricazione (obbligo di fornire i dati sensibili), che potrà essere riapplicata da loro anche in altri contesti, soprattutto quello di coppia (violenza di coppia). I figli hanno bisogno di potersi esprimere liberamente, se sanno sempre, o potenzialmente, di essere controllati, tenderanno a fare le cose di nascosto. È importante ricordarsi che se vogliono fare qualcosa, soprattutto per quanto sono bravi ed in grado di utilizzare bene la tecnologia, possono eludere con facilità dal controllo genitoriale. Per esempio, utilizzano lo smartphone dell’amico e arrivano anche a farsi profili falsi sui social network. Non dimenticate, infine, che gli insegnate un uso patologico del cellulare, non basato sulla comunicazione e condivisone, ma sul controllo.

 

di Maura Manca, Psicoterapeuta

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *