carte prepagate

Attenti alle carte prepagate online in mano agli adolescenti


Sempre più adolescenti hanno a disposizione una carta prepagata per una questione di sicurezza da un lato, per emergenze, per quando sono all’estero, e per acquisti online dall’altro. Altre volte il genitore stesso fornisce al figlio la sua carta, non monitora e controlla perché si tratta di piccole spese e il figlio si approfitta di questo abbassare la guardia per usarle anche per altri tipi di acquisti.

Quando gli si dà una carta prepagata bisogna sempre responsabilizzarli sul suo utilizzo, sulla tipologia di acquisti che possono fare, sui soldi che possono spendere perché quando non si hanno davanti e si tirano fuori dalla tasca si percepisce meno il valore.

 Cosa fare?

 

– Bisogna monitorare cosa comprano, sono minori, tante volte non si rendono conto di ciò che fanno perché hanno ancora una visione limitata delle cose e soprattutto dove comprano per il rischio che gli venga clonata la carta e perché non si facciano abbindolare dalla pubblicità.

– Vanno educati al valore delle cose perché molti ragazzi visto che costa poco si avventurano nell’acquisto dietro il quale ci può essere una fregatura. I ragazzi non capiscono che “tanti pochi fanno assai” e soprattutto dietro questi specchietti per le allodole ci possono essere altre situazioni che loro non sono in grado di valutare.

– Vanno messi in guardia dalle sponsorizzazioni nelle pagine e sui social network, sul fatto di non immettere i propri dati personali e quelli relativi alla carta senza avere cognizione piena di quello che si sta facendo perché la maggior parte di queste vetrine e banner sono esche impostate sui gusti e sulle ricerche della persona che sta usando il computer. Ormai basta cercare un prodotto, un luogo, una qualsiasi cosa su un qualsiasi motore di ricerca che immediatamente si viene bombardati dalle sponsorizzazioni di ciò che si è cercato.

– Bisogna stare al passo con i tempi, leggere e formarsi e soprattutto non pensare che il proprio figlio non farebbe mai determinate cose, non pensare che accadono solo al vicino perché è lì che il figlio troverà un varco di accesso per fregare il genitore.

Attenzione alle scommesse online. Il 15% degli adolescenti scommette online soprattutto sui risultati e sulle partite di calcio: il numero dei gol, i parziali, il risultato finale, tutte attrazioni che offre la rete per tenerli incollati allo schermo e per invogliarli a giocare. Troppi di loro, anche se minori, scommettono, anche perché tanti genitori o non capiscono cosa stanno facendo o non ci vedono niente di male. Non bisogna dimenticarsi del 13% che gioca d’azzardo online a volte anche con i soldi (Dati Osservatorio Nazionale Adolescenza).

– Capita anche che si possano comprare tabacco o altre sostanze come le Smart Drugs, che agli occhi di un genitore possono sembrare un semplice tabacco o semplici sostanze eccitanti simili che però danno a lungo andare dipendenza.

di Redazione AdoleScienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *