pulizie

Insegnare ai ragazzi a svolgere le faccende domestiche. Perché non farlo a scuola?


Sono tantissimi i genitori che si lamentano che i figli adolescenti sono troppo pigri, che non aiutano in casa e che non sanno fare nulla di quel che riguarda le faccende domestiche.

“Tutto gli è dovuto, assomiglia a un principino”,“Non sa fare niente in casa”, E’ così pigra che non alza neanche un dito”, queste sono le frasi che i genitori si ritrovano spesso a ripetere e non sanno come comportarsi e intervenire.

Sicuramente la quotidianità familiare a volte impone dei ritmi incalzanti per tutti e per tale ragione è importante che ognuno possa dare il proprio contributo.


Insegnargli alcune mansioni domestiche. In che modo?

Ogni tappa di crescita richiede il raggiungimento di alcune autonomie ed è importante che sin da piccoli siano abituati a occuparsi di piccole mansioni così che arrivino in adolescenza che sappiano già svolgere certe faccende domestiche: come ad esempio sparecchiare, rifarsi il letto, buttare l’immondizia, spolverare, per poi imparare man mano anche a lavare i piatti, pulire, fare il bucato ecc.

Uno degli sbagli che fanno spesso i genitori è che pretendono ad un certo punto che i figli eseguano bene tutta una serie di compiti e finiscono così per sostituirsi a loro.

Insegnare ai ragazzi a svolgere queste mansioni può essere molto più faticoso che portarle a termine direttamente da soli, ma non per questo bisogna scoraggiarsi. Anche se a fine giornata si è molto stanchi, è importante fargli capire con pazienza ciò che devono fare, dandogli suggerimenti e dritte, così da accompagnarli ad avere alcune responsabilità concrete.


Imparare le attività domestiche a scuola. Può essere utile?

Molti genitori sarebbero sicuramente contenti dell’idea che ha avuto una scuola spagnola, il Colegio Montecastelo, nella quale hanno voluto inserire delle lezioni extra al programma scolastico, durante le quali viene insegnato agli studenti a svolgere delle faccende domestiche, come stirare, cucinare, cucire.

In realtà, in questa scuola hanno pensato di far tenere queste lezioni solo agli uomini per promuovere l’uguaglianza e far sì che un domani, anche i ragazzi maschi, quando avranno una famiglia potranno contribuire in casa, consapevoli del fatto che non è solo compito della donna occuparsi delle mansioni domestiche.

Sicuramente certi stereotipi di genere sono ben presenti nella nostra cultura, tanto che molti ragazzi nelle scuole ci raccontano che i genitori nel chiedere di aiutarli in casa spesso utilizzano due pesi e due misure con il figlio maschio e con la figlia femmina, come se ci si aspettasse di più da una ragazza, pensando che siano appunto mansioni più femminili.

Sarebbe tuttavia più opportuno accompagnare i giovani e magari anche nelle scuole impartire certe lezioni a tutti, sia ai ragazzi che alle ragazze, considerando che al giorno d’oggi molti adolescenti non sanno destreggiarsi nelle mansioni di casa, al fine di educarli all’economia domestica, come avviene già in molti Paesi del Nord Europa.

Redazione AdoleScienza.it

Credits foto Pixabay.com