Three angry students gesturing stop in a park

Non saper dire di no. Come uscire dal tunnel della paura di dire no?


Dire di no non significa essere egoisti, significa riconoscere i propri bisogni e le proprie esigenze e imparare a farle vedere agli altri. In una relazione paritaria ci deve essere il dare e l’avere, non solo il dare.

Non saper dire di no, non è solo un problema di tanti adolescenti, anche di numerosi adulti. Molto spesso nasce dalla paura che l’altra persona ci possa rimanere male o che si possa arrabbiare con noi. Si teme che l’altro si possa offendere, che “se la possa prendere”, e quindi, che si possa intaccare l’amicizia o il rapporto di coppia, se si tratta di un partner. Mettiamo in secondo piano il fatto che dovremmo essere apprezzati per la persona che siamo, non per ciò che gli diamo. Fare dei piccoli compromessi è una cosa, non dire ciò che si pensa o non fare ciò che si vorrebbe fare, è ben altra. Questo atteggiamento porta alla compressione, al trattenere e può creare con il tempo dei profondi disagi e delle forti inibizioni, favorendo anche l’insorgenza di disturbi psicosomatici.

Non dobbiamo ragionare per opposti e pensare che allora dovrebbe vigere il contrario, ossia l’imposizione della nostra opinione sull’altro: stiamo parlando di imparare ad esprimere la propria opinione e il proprio punto di vista e, quando serve, anche il proprio dissenso.

Non ci dobbiamo dimenticare che per gli adolescenti i legami di amicizia sono molto importanti. A volte sono simbiotici, anche totalizzanti. Si vestono in stock, parlano la stessa “lingua”, si identificano in un gruppo o in un modello. I ragazzi sono ancora in fase di strutturazione e stanno definendo la loro personalità.

È normale che siano vulnerabili, ma bisogna insegnarli a non aver paura di essere se stessi, di esprimersi per ciò che sono, a dire quello che pensano, anche quando non seguono la corrente comune. Bisogna insegnarglielo fin da quando sono piccoli, facendoli liberamente esprimere e rendendoli giorno dopo giorno autonomi nel loro pensiero.

Dire di no è un esercizio che deve essere allenato insieme all’autostima, alla gestione delle emozioni e all’elaborazione della dipendenza psichica. Non si deve aver bisogno dell’altro, si deve voler stare con l’altro.

Clicca sul link per continuare a leggere tutto l’articolo sul Magazine Family Health pubblicato il 5 novembre 2019:

http://magazine.familyhealth.it/2019/11/05/non-saper-dire-no-uscire-dal-tunnel-della-paura-dire-no/