pedofilia e abusi sessuali

Perché ci sono tanti casi di pedofilia e abusi sommersi?


Purtroppo un numero eccessivamente elevato di bambini è vittima di pedofili e di coloro che abusano sessualmente di loro. Tanti di questi casi sono sommersi e altri non verranno mai a galla. Alcuni emergono durante le terapie, altri vengono raccontanti nei sogni, nei giochi e nei disegni.

Il problema è legato al fatto che spesso il bambino subisce questa forma di abuso quando ancora è troppo piccolo e non ha sviluppato le competenze linguistiche tali da poter raccontare e descrivere in maniera appropriata ciò che ha vissuto. Per questa ragione bisogna stare attenti alle comunicazioni indirette, al linguaggio non verbale, quello del corpo, al contenuto del disegni e dei giochi di fantasia e il genitore deve imparare a riconoscere i segnali che il piccolo lancia con la speranza che l’ambiente che lo circonda, salvo che non sia esso stesso l’abusante, lo riconosca.

gioco e disegnao bimba

Spesso è costretto da colui che lo abusa a mantenere il segreto, come se fosse una cosa privata loro. Ci possono essere anche minacce e ritorsioni da parte dell’adulto o subdoli giochi psichici facilmente applicabili vista l’ingenuità dei bambini o l’attivazione di sensi di colpa nei confronti dei genitori come per esempio il ripetergli frasi del tipo “dico a tua madre o padre che sei stato cattivo”.

Il bambino spesso si sente in un certo senso colpevole di ciò che è accaduto e si chiude nel suo silenzio. Si vergogna profondamente di ciò che è successo e non riesce ad esprimere ciò che ha dentro in maniera diretta, tenendo tutto dentro e logorandosi da un punto di vista emotivo.

pedofilia bimbo

Bisogna creare una rete di supporto per i bambini e per tutelare pienamente l’infanzia, formando tutte le agenzie educative al riconoscimento almeno degli indicatori primari tali da poter segnalare in tempo condizioni di rilevante disagio emotivo e comportamentale.

 

 

di Maura Manca, Psicoterapeuta

Direttore di AdoleScienza