videogiochi reale e virtuale

Quali sono i segnali di una Dipendenza dai videogames?


Il gioco stimola l’apprendimento delle regole, le relazioni sociali, la formazione della personalità e lo sviluppo di abilità quali immaginazione, percezione, distinzione tra realtà e finzione, assunzione di ruoli.


Sempre più spesso l’attività ludica si associa ai videogiochi e quella tecnologica diventa, per bambini e ragazzi, l’unica via di accesso al gioco. Al contrario dei giochi tradizionali, che cercano di stimolare la socializzazione, i videogiochi vengono utilizzati spesso in solitudine o interagendo con altri solo attraverso la rete. I ragazzi si identificano ancora più facilmente con i personaggi virtuali, dorati di forze e poteri straordinari, in un contesto che nulla a che fare con la loro quotidianità. La realtà virtuale può rappresentare, soprattutto nei momenti di fatica e fragilità, una via d’uscita per evadere dalla quotidianità. Offre la possibilità di sperimentare emozioni e sensazioni nuove, identificarsi con i personaggi dei videogames permette di evitare vissuti di noia, incapacità o inutilità.

Le PRINCIPALI CONSEGUENZE dovute alla dipendenza da videogiochi possono riguardare difficoltà scolastiche (scarsa attenzione, concentrazione, difficoltà di apprendimento), isolamento e ritiro, disturbi del sonno, dell’alimentazione o dell’umore e, in situazioni più gravi, frattura tra mondo reale e virtuale.

I principali SEGNALI e i SINTOMI attraverso cui si manifesta la dipendenza dai videogiochi possono essere identificati quando bambini o ragazzi:

• dedicano moltissimo tempo al gioco;

trascurano le altre attività (compreso lo studio);

preferiscono i videogiochi al tempo da trascorrere con gli amici;

giocano di nascosto;

• diventano apatici o irascibili quando non possono giocare;

• cercano di ottenere videogiochi sempre nuovi;

• mostrano dei cambiamenti e delle difficoltà nelle loro ABITUDINI (alimentazione, igiene personale, sonno);

• si addormentano o sono molto stanchi e affaticati a scuola, durante la giornata;

• presentano sintomi fisici quali mal di testa, di schiena, dolori al collo, arrossamenti agli occhi, disturbi della vista.

 

 

 

Redazione AdoleScienza.it

 

 

 

Riferimenti Bibliografici

Marazziti D., Presta S., Picchetti M., Dell’Osso L. (2015). Behavioral addiction: clinical and therapeutic aspects. Journal of Psychopathology, 21: 72-84.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *