stress studio

Stress degli ultimi giorni di scuola? Ragazzi ecco come fare!


Ecco l’ultimo mese di scuola, la fatica di tutto l’anno inizia a farsi sentire, le giornate si allungano, arriva il caldo e la maggior parte di voi si trova a dover recuperare alcune materie insufficienti per evitare di dover prendere il tanto temuto “debito” o addirittura la bocciatura.

In sintesi, nel momento in cui si è più stanchi, dovete dare il meglio.

In questo periodo chissà quante volte avrete sentito uscire dalla bocca dei genitori la frase “se facevi il tuo dovere durante il corso dell’anno, ora non avresti questi problemi”.

Probabilmente è anche vero, cercate però di non farvi sovrastare dalla frustrazione e dai sensi di colpa, ma reagite a affrontate al meglio questa situazione.

 Come fare? Ecco qualche piccolo consiglio:

 L’attenzione sostenuta decresce con lo scorrere del tempo e si ha un deterioramento dopo i primi 20-30 minuti. Per cercare di mantenerla attiva bisognerebbe fare ogni tanto qualche piccola pausa,

 Isolare lo studio dagli stimoli perturbatori dell’ambiente. Il telefono cellulare può essere un distrattore e andare ad interferire sull’apprendimento, magari quando studiate usatelo nelle pause tra una materia e l’altra e mettetelo in silenzioso, perché anche se non lo guardate il continuo tintinnio distrae tanto. Numerose interruzioni non facilitano la concentrazione, per memorizzare con la musica accesa, con la tv o con qualsiasi altra fonte che emette suoni, la mente deve fare uno sforzo maggiore, richiede più energia (deve fare troppe cose contemporaneamente) e quindi si fatica di più. In questo modo i compiti possono sembrare più faticosi di quello che sono realmente!!!

Chi scrive legge due volte. Fare schemi, riassunti, fissate i punti chiave sui libri, sottolineate con più colori, può facilitare la memorizzazione e quindi favorire l’apprendimento perché la troppa staticità porta ad assuefazione e perdita di interesse.

Cercate di mantenere vivo l’interesse per la materia che state studiando per evitare che subentri la noia.

Ripetere è un elemento importante per acquistare sicurezza e fissare le cose nella memoria. Viviamo in un’epoca digitalizzata dove si parla poco con le parole e si scrive tanto con le chat e i social network. Soprattutto voi giovani avete perso in parte la conoscenza della lingua italiana e anche la capacità dell’eloquio. Molto spesso vi capita di vivere un’enorme frustrazione durante le interrogazioni perché siete anche preparati, ma non vi riuscite ad esprimere come vorreste e quindi non riuscite a prendere il voto desiderato!

È frustrante quando si studia tanto e non si ottengono risultati proporzionati all’investimento.

Molto spesso è semplicemente un problema di metodo sbagliato, NON di studio!

Se subite lo studio vi sembrerà una montagna da scalare!

Dovete farlo? E allora prendete in mano la situazione e aggredite lo studio! Siate voi a gestire tempi, orari, spazi e quantità. Diventate l’orologio di voi stessi, mangiate bene e a sufficienza e cercate di dormire un numero di ore tali da sentivi riposati, il corpo e la mente vi ringrazieranno!

 di Maura Manca

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *