giornata infanzia

Difendiamo i diritti dei nostri bambini!


Il 20 novembre 1989 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia. Nel mondo, purtroppo, le condizioni dei bambini non sono migliorate significativamente.

Il recente report del Centro nazionale di documentazione ed analisi per l’infanzia e l’adolescenza (www.minori.it) evidenzia come sia in aumento la povertà minorile nei paesi ricchi e come cresca il numero dei giovani compresi fra i 15 e i 24 anni che non studiano, non frequentano corsi di formazione e non lavorano: in Europa nel 2013 erano 7,5 milioni, 1 milione in più del 2008. La Convenzione è stato il primo strumento di tutela internazionale a sancire diverse tipologie di diritti umani: civili, culturali, economici, politici e sociali. Contiene anche articoli rivolti alla protezione contro l’abuso e lo sfruttamento e si impegna affinché il bambino possa vedere riconosciuto il proprio pensiero.

Gli articoli possono essere raggruppati in quattro categorie, in base a quattro principi fondamentali:

Principio di non discriminazione: sancito all’art. 2, impegna ad assicurare i diritti sanciti a tutti i minori, senza distinzione di razza, colore, sesso, lingua, religione;

Superiore interesse del bambino: sancito dall’art. 3, prevede che in ogni decisione, azione legislativa, provvedimento giuridico, iniziativa pubblica o privata di assistenza sociale, l’interesse superiore del bambino sia la considerazione preminente;

Diritto alla vita, sopravvivenza e sviluppo: sancito dall’art. 6, prevede il riconoscimento del diritto alla vita del bambino e l’impegno ad assicurarne, con tutte le misure possibili, la sopravvivenza e lo sviluppo;

Ascolto delle opinioni del bambino: sancito dall’art. 12, prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i procedimenti che li riguardano, soprattutto in ambito legale. L’attuazione del principio comporta il dovere, per gli adulti, di ascoltare il bambino capace di discernimento e di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.

Numerose sono le iniziative organizzate per celebrare questo importante anniversario. Tutte pongono al centro il benessere di bambini e adolescenti e tutte ricordano a noi adulti, genitori, insegnanti, educatori e professionisti, il dovere di difendere i loro diritti ed impegnarci attivamente, ogni giorno, affinché possano trovare comprensione, ascolto e piena realizzazione.

 

Redazione AdoleScienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *