family-1466262_960_720

Le vacanze sono agli sgoccioli? 5 consigli per aiutare i figli al rientro.


Le vacanze sono quasi terminate ed il solo pensiero del rientro è già sintomo di ansia e angoscia per i figli che devono tornare tra i banchi di scuola dopo il periodo di stop delle vacanze natalizie. Il rientro, infatti, è sempre un momento molto delicato, a tal punto da essere considerato un’esperienza drammatica correlata anche a dei veri e propri sintomi depressivi, come ad esempio mal di testa, irritabilità, spossatezza, sbalzi d’umore, ansia e difficoltà nel sonno.

Allora come aiutare i figli ad affrontarlo al meglio senza subire troppo stress?

  1. PRENDERSI UN PERIODO-CUSCINETTO: È indispensabile avere almeno qualche giorno tra la fine delle vacanze ed il rientro a scuola per non immergersi subito a capofitto nei doveri. Cercate di aiutare i vostri figli ad utilizzare gli ultimi giorni di vacanza per ristabilire e riprogrammare la propria routine, così da evitare di riprendere il ritmo frenetico e faticoso della scuola e dei vari impegni con calma e serenità, piuttosto che viverlo con angoscia.

Soprattutto con i bambini più piccoli non eliminate i momenti di gioco e di svago tipici di quando si ha molto tempo libero e non imporre fin da subito programmi rigidi. Riappropriarsi dei propri ritmi richiede tempo ed è importante non strafare.  

  1. TORNARE AD UNA ALIMENTAZIONE PIÙ EQUILIBRATA: Durante le feste natalizie si perdono con facilità le proprie abitudini alimentari. È fondamentale sia riprendere gli orari regolari dei pasti e riabituare lentamente il corpo ad una corretta alimentazione, mangiando cibi più leggeri, sia riprendere l’attività sportiva. Soprattutto è importante evitare diete e restrizioni alimentari drastiche e per nulla salutari. Seguire una dieta corretta è indispensabile per aiutare bambini e ragazzi nella ripresa e associarla all’attività fisica aiuta a diminuire lo stress, a scaricare le tensioni e a dormire meglio.
  1. NO ALLE ORE PICCOLE: Fondamentale per riprendersi in maniera efficace è dormire bene e a sufficienza. Per ristabilire gli equilibri è necessario andare a letto ad orari regolari e mai troppo tardi, come accade spesso durante le vacanze. Soprattutto è bene evitare “l’immersione tecnologica” prima di addormentarsi, in quanto potrebbe stimolare eccessivamente i figli rendendo il sonno più difficoltoso e per niente rilassante.
  1. VALUTARE BENE LE PRIORITÀ: Non riempiteli immediatamente di impegni numerosi, non tutte le cose che bisogna fare sono così urgenti, piuttosto aiutateli a porsi degli obiettivi che permettano di ristabilire la vecchia routine senza sentirsi sommersi. Riprendere gradualmente possesso dei propri impegni aiuta a diminuire lo stress e il senso di angoscia che potrebbe essere invasivo.
  1. PENSIERO POSITIVO PER RIPARTIRE SENZA STRESS: Cercate far vedere ai figli le vacanze come un periodo in cui hanno potuto ricaricare le energie e soprattutto, seppur faticosa, la scuola può essere comunque un fonte di gratificazione e crescita e un momento per rivedere i compagni di classe e condividere con loro numerose esperienze. Quindi bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno e pensare che con le vacanze è stato possibile concedersi il meritato riposo per ripartire e affrontare il nuovo anno alla grande.

È importante che voi per primi affrontiate il rientro con serenità e non vi mostriate eccessivamente ansiosi e angosciati al pensiero di dover tornare alla solita routine. I figli, attraverso il vostro esempio, possono imparare che si può sopravvivere al rientro, senza dover necessariamente provare sentimenti negativi.

Redazione AdoleScienza.it