report scuola

Esame di terza media: come affrontare la prova orale tra ansie e paure?


“Mi sento male al pensiero di avere davanti a me tutti i professori e di non saper rispondere alle loro domande”

“Mi vergogno a parlare davanti a tante persone: mi sento valutata e giudicata”

“La mia paura più grande è di non sapere controllare l’ansia e di fare scena muta”

“Ho il terrore che mi facciano domande difficili per mettermi in difficoltà”

 sos scuola difficoltà

L’esame di terza media rappresenta il primo vero esame da affrontare: ciò che non si conosce spaventa e, inevitabilmente, rischia di far crescere i livelli di ansia, la difficoltà di gestire le emozioni, la paura di fallire, di essere valutati e di fare brutte figure. Questo riguarda soprattutto il colloquio orale, la prova da sempre più temuta che sembra non risparmiare proprio nessuno, neanche i più preparati.

 

Ecco gli 8 consigli per affrontare al meglio la prova orale:

Ripasso intelligente. La tesina dovrà essere il vostro punto di forza perché vi permette di collegare le diverse materie tra di loro. Cercate di organizzare un discorso di circa 10/15 minuti: potrebbe essere utile, quindi, preparare una scaletta dei vari argomenti, individuare le parole chiave, utilizzare alcune strategie per memorizzare meglio i concetti, come schemi, riassunti, mappe e infine ripetere ad alta voce tante e tante volte per acquisire più sicurezza.

La perfezione non esiste. Accettare il fatto che non si può sapere tutto permette di abbassare la tensione. Infatti, conoscere alla perfezione l’intero programma è un’impresa complicata e proprio per questo motivo, è opportuno non imparare a memoria i concetti, ma al contrario, comprenderli, avendo una visione globale, flessibile e non rigida. Questo vi aiuterà tanto durante l’orale, perché con maggior facilità, riuscirete a fare i vari collegamenti tra le diverse materie.

 

Pensa positivo. Durante i periodi di stress, la mente rischia di giocare dei brutti scherzi: i pensieri negativi invadono la mente e preannunciano disastri terribili, figuracce imbarazzanti e scene mute durante l’esame. Frasi come “Non ce la farò mai a fare questo esame”, o ancora “Pensa che figuraccia se faccio scena muta davanti a tutti”, non fanno altro che attivare uno stato inutile di tensione che non permette di essere lucidi e concentrati sul lavoro da svolgere. E’ importante bloccare queste immagini negative e sostituirle con pensieri positivi rassicuranti come “Mi sono impegnato e sono sicuro che andrà tutto per il meglio”.

 

Mostra la tua sicurezza. Cercate di mostrarvi sicuri anche attraverso il corpo e la voce: usate un linguaggio chiaro, scandite bene le parole e non parlate troppo velocemente. Quando sarete seduti sulla sedia non rannicchiatevi e non guardate verso il basso. Assumere una postura diritta, mostrarsi convinti di quello che si dice e guardare negli occhi i professori vi renderà più efficaci nell’esposizione.

 

La respirazione. Prima di iniziare l’esame orale, fermatevi per qualche secondo, effettuate 3 respiri profondi con la pancia, cercando di bloccare l’iper-attivazione del vostro corpo, come ad esempio affanno, tachicardia, sudorazione, riportandolo ad uno stato di quiete. Attraverso queste semplici mosse, il corpo si rilasserà e la mente sarà più libera e pronta ad affrontare la prova orale. Nei casi in cui l’ansia, comunque, dovesse far diminuire la salivazione, portate con voi una caramella e una bottiglietta d’acqua.

 

Ascolto attento. Ascoltate con attenzione le domande dei professori e se non siete sicuri di aver capito, piuttosto che sbagliare, fatevi ripetere nuovamente la domanda. E’ fondamentale capire cosa viene chiesto, senza il rischio di andare fuori tema, rispondere in maniera frettolosa e farsi prendere dall’ansia. Il tempo a disposizione c’è ed importante prenderselo!

 

Concentrati solo su di te. Appena sarete seduti su quella sedia, non date importanza a quello che vi succede intorno. In quel momento mantenete la concentrazione solo su di voi e su ciò che dovete dire, senza pensare al giudizio degli altri e alla paure di non essere all’altezza, a come sono andati i vostri compagni e di deludere i genitori.

 

Credi in te stesso e nelle tue capacità! Sentirsi confusi prima dell’esame è naturale, ma dovete pensare che ciò che potevate fare, ormai, lo avete fatto e dovete essere orgogliosi del vostro lavoro. Affrontate con serenità questo momento importante, senza pensare troppo ai voti e ai risultati, dando il 100%, consapevoli della vostra preparazione.

 

Redazione di Adolescienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *