scuola non mi piace

Gli studenti italiani sono i più insoddisfatti d’Europa


 È ciò che emerge dal rapporto quadriennale sulla salute ed il benessere dei giovani europei pubblicato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), che contiene dati raccolti nel 2013-2014 su ragazze e ragazzi di 11, 13 e 15 anni di età.

Gli studenti italiani risultano essere stressati dal carico di lavoro nello studio, sostenendo di avere troppa pressione e soprattutto un pessimo rapporto con la scuola.

Secondo lo studio solo il 26% delle ragazze di 11 anni ed il 17% dei ragazzi della stessa età dichiara che la scuola “piace un sacco”, un dato che scende vorticosamente intorno ai 15 anni, che risulta essere rispettivamente del 10% e 8%.  Tali dati si collegano alla pressione percepita non solo a causa dei compiti, delle interrogazioni e del rapporto docente-alunno, ma anche in base ai voti, ai risultati raggiunti ed alle aspettative genitoriali. Ciò ovviamente porta ad alti livelli di stress che sono sicuramenti poco incoraggianti e le ragazze risultano essere le più colpite: il 72% di loro dichiara di subire eccessivo stress e pressione scolastica, contro il 51% dei ragazzi.

I risultati? Può esserci una elevata probabilità di sviluppare un’ansia da prestazione dato l’ambiente scolastico molto attento ai RISULTATI, al VOTO e al GIUDIZIO, piuttosto che alla persona.

L’OMS a conclusione del rapporto ricorda un aspetto fondamentale: “la scuola dovrebbe essere un luogo che influisce positivamente sulla salute e sul benessere dei ragazzi” non il contrario, “un’esperienza positiva a scuola è sicuramente una risorsa non solo per il ragazzo ma anche per il futuro adulto, mentre un’esperienza negativa può costituire un fattore di rischio, per la mente e per il fisico, ed è altamente connesso a bassa autostima, scarsa fiducia e ad eventuali sintomi psicosomatici”.

Redazione Adolescienza.it

Riferimenti bibliografici

Report completo:

http://www.euro.who.int/__data/assets/pdf_file/0003/303438/HSBC-No.7-Growing-up-unequal-FULL-REPORT.pdf?ua=1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *