e-school

Insegnanti 2.0: come comunicare con gli studenti della e-generation?


Gli insegnanti svolgono un ruolo fondamentale nella vita di ogni studente, rappresentando un adulto di riferimento fuori dalla famiglia con cui confrontarsi e nei confronti del quale si possono nutrire anche numerose aspettative oltre investirlo anche di un ruolo educativo.

Sono numerose le difficoltà che gli insegnati devono affrontare nell’era digitale, la scuola sta cercando di adattarsi ai tempi e di adeguare la didattica e la metodologia utilizzata con fatica vista anche la divergenza di età e di mentalità tra numerosi insegnanti.

Cosa dovrebbe fare un insegnante 2.0?

Sicuramente bisogna avere ben chiaro che lo scopo dovrebbe essere lo stesso per ogni insegnante: cercare sempre di coinvolgere e motivare gli studenti all’apprendimento, trasmettere il desiderio di conoscere per imparare cose nuove ed ampliare la conoscenza a prescindere dai voti e dalla paura delle valutazioni.

Nell’era digitale, degli smartphone e dei tablet, un insegnante deve sapersi anche adattare ai tempi e sviluppare e adottare competenze utili a formare gli studenti in base al contesto in cui vivono.

Di conseguenza, potrebbe essere utile ampliare le competenze didattiche tradizionali per cui sarebbe importante essere:

INNOVATIVI. L’insegnante moderno deve essere predisposto a provare ed usare nuovi strumenti sia per le applicazioni didattiche che per i nuovi dispositivi tecnologici presenti a scuola. Sfruttare internet come risorsa, senza vederlo esclusivamente come uno strumento dannoso potrebbe essere il primo passo: ad esempio utilizzare video o immagini direttamente dal web come strumenti didattici aggiuntivi permetterebbe di rendere l’apprendimento più vicino alle modalità comunicative degli adolescenti ed aiuterebbe l’insegnante a sentir meno quel senso di dispersione di fronte alla e-generation.

CURIOSI. Si può imparare anche dagli adolescenti! È fondamentale mostrarsi curiosi di fronte alle nuove tecnologie e usare i ragazzi come risorsa visto che sono i maggiori fruitori e produttori di materiale tecnologico. Confrontarsi con loro che vivono il mondo digitale o meglio sono il mondo digitale, è sicuramente utile per l’insegnate sia in termini di formazione personale che per gli aspetti legati ad una relazione professore-studente basata sul confronto e sulla condivisione.

DIGITALI. Internet è la più grande piattaforma di sapere mai esistita., nonché un luogo di facilità comunicativa e velocità nel trovare informazioni. Sviluppare l’abilità di saper individuare il necessario, saper ricercare con criterio, o valutare l’aggiornamento adatto per organizzare al meglio le proprie lezioni è utile non solo ai fini educativi ma anche preventivi. L’uso smodato della tecnologia da parte degli studenti può essere dannoso se non vengono adeguatamente preparati ed educati al corretto utilizzo, per fare ciò è fondamentale anche una buona preparazione dell’insegnante in modo tale che possa fungere da accompagnatore, instradando i ragazzi ad un uso appropriato della tecnologia piuttosto che dispersivo e pericoloso.

Per tutto questo è fondamentale essere CONNESSI con il mondo degli @dolescenti contornati dalle pareti digitali. È naturale che in questa fase di adattamento e transizione in alcune occasioni potrà risultare più difficile e dispendioso, ma ormai non si può più prescindere dal digitalizzare anche la scuola e i suoi membri per evitare di creare un gap tra le due generazioni incolmabile.

 

Redazione Adolescienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *