qn

Sesso con lo studente di 13 anni: questa è violenza sui minori. L’intervista a Maura Manca sul Quotidiano Nazionale


Sul Quotidiano Nazionale del 21 giugno 2018, la dott.ssa Maura Manca ha parlato dell’arresto della docente di una scuola media della provincia di Bergamo, accusata di atti sessuali con uno studente di soli 13 anni, ad oggi diventato 14enne.


Per quanto apparentemente una ragazzino possa essere consenziente, si tratta sempre di un minore, non solo in termini di età, ma anche di competenze. Per questo nel caso di relazioni tra prof e studenti si parla di abuso psicologico. Si tratta di una violenza grave, soprattutto perché si sfrutta il ruolo educativo che dovrebbe rivestire il docente.


Tanti adolescenti hanno bisogno di sentirsi “speciali”, idealizzano facilmente le figure adulte, le investono di tante aspettative, possono anche fraintendere determinate parole, ma sta sempre all’adulto avere la coscienza di ricollocare ciò che accade e di dare il senso più appropriato al contesto in cui ci si muove.

Maura

 

Come psicologa cosa si chiede?

“Se la cronaca ti parla di due che si vedevano in macchina di nascosto viene da chiedersi: nessuno si è accorto di niente? I genitori, gli altri insegnanti. Sembra che il livello di attenzione verso quel bambino sia stato molto basso. Altro che accarezzare un’idea platonica”.

Da specialista, come valuta il comportamento di una donna adulta così intraprendente?

“Una donna che ha perso di vista il suo ruolo e approfitta della condizione di disparità. Ritengo che il ministero dell’istruzione prenderà provvedimenti. Un ragazzino in crescita cerca affetto e ripone fiducia nell’adulto. L’adulto deve fermarsi e rispedire al mittente certi comportamenti”.

Quale aggettivo le verrebbe per definire la psiche di quella insegnante?

“Una donna che ha perso la capacità di valutare le cose e viene meno al suo ruolo, anche educativo.”

Una malattia?

“Una distorsione, non sto valutando in maniera oggettiva un caso specifico, parlo in termini generali. Una simpatia ci può stare. Un minore di 14 anni sessualmente attivo con la sua insegnante è un problema”.